Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Rolla Gabriele

Emblemi d'Amore

Coppia
viva e felice
sotto un cielo
di stelle cosparso
e dalla luna pervaso

Un cielo
rischiarato
dal sentimento
sconfinato
che nei vostri cuor
divien l'ardor
d'una musica soave
composta
da dolci note d'amor

Ognun di voi
si fa dono
dell'animo proprio
affinché
il cuor
a cui attingete
essenza di vita
continui ad esister
così dolce e forte
da perdurar
causa dell'esistenza
di un'esser
diviso nella sostanza
ma indissolubile
e indivisibile
nel real astrale
in cui
elevati oltre
ogni volta celeste
abitate
l'un
nell'altro
avvolti
e aggrovigliati
senza legam
alcuno
liberi
perché
dissolti
amorevolmente
nel vostro
sé più profondo
d'uno spirito
di vita

a voi
emblemi d'amor
sinonimo di vera passion.
Composta lunedì 27 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rolla Gabriele

    Vivo!

    Solo e piccolo
    Di fronte al cielo
    Immenso
    Che del mio spirito
    Divien lo specchio
    Nel qual nitido intravedo
    Me stesso

    s'acquieta
    l'animo mio
    e gli occhi miei
    divengon fessura
    come a scrutar
    un luogo magico
    in cui
    non vi sono io
    ma nel qual
    consapevole son
    d'esistere

    Il viso rivolgo
    a quel falò
    che dal ciel
    riscalda
    le mani d'ogni esser
    sulla terra
    e nell'universo intero

    Inspiro
    Aria frizzante
    Che satura il mio corpo
    d'una gioia infinita
    Nel mentre il sol
    Infiamma
    Ciò che di me
    è la sostanza

    Lentamente
    Comincio ad udir
    Quel flebile ticchettio
    Che nei giorni trascorsi
    Ho trascurato
    Ed ora
    Con forza veemente
    Fa udir
    La sua dolce melodia

    Lo riconosco
    Sublime linguaggio
    d'un cuor in fermento
    Che d'infinito amor
    Vuol tinger ogni momento

    e mai come ora
    Consapevole di me
    m'accorgo
    d'un tratto
    d'essere vivo!
    Composta domenica 19 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rolla Gabriele

      La Ragion d'una Poesia

      Mille
      Le idee che nella mente
      Cercan spazio
      Affinché
      Possan trasformarsi
      In versi
      Per trasmetter
      l'emozione
      Che l'animo di chi scrive
      Prova
      Nel comunicar
      Un sentimento
      Che
      Irruento
      Pervade il cuore
      Prima
      e l'anima poi
      e non s'arresta
      Finché
      Non vedrà la luce
      e
      seguendo
      d'un lampo l'esempio
      Illuminerà
      un tenebroso istante
      d'un cuore
      paziente in attesa
      d'un gesto gentile
      d'una parola amica
      che possa donar
      la ragion
      per scoprir
      quella forza
      che sita in noi
      scalpita
      per poter
      trasmutar
      in azione

      Versi
      Che diffondon
      Gioia
      a cuori felici
      Così da divenir
      Un'unica voce
      Che angelica
      Si leva al cielo
      Oltre le stelle
      per donar
      a chi tutto ha creato
      un affettuoso gesto
      d'infinita riconoscenza

      Versi
      Che silenziosi
      Vagano
      Sospinti dal mio cuor
      Affinché
      Sempre
      Comunichino
      Un po' d'amor
      Ad ogni esser
      Che gentilmente
      s'affaccerà
      Su questo
      Poetico mondo
      Col desiderio
      Che possa apparir
      Sittanto bello
      Da illuminar il viso
      Consegnando un sorriso
      Che perduri
      In eterno!
      Composta giovedì 16 luglio 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rolla Gabriele

        Re dei Sogni Tuoi

        Non rinnegar quella via
        Su cui i tuoi passi conduci
        Or Saldi e fiduciosi
        Or tremanti e paurosi

        Potrà apparir meschina
        Se il tuo cuor
        Al pensier
        Cederà il posto
        Perché
        Difficil diverrà
        Individuar la stella
        Che ogni tuo istante guiderà

        Non abbandonar
        l'animo tuo allo sconforto
        Perché Nel tuo mondo Allor
        non vi sarà più posto

        La tua realtà
        è la
        Ove sta il tuo cuor
        Che con l'idioma d'amor
        Dipinge indelebili
        Sogni e desideri
        a cui anelerà
        e che in questa vita
        Realizzar vorrà
        Non donar
        a nessuno mai
        l'onor
        Di divenir
        Della tua felicità
        Sorgente
        Perché solo Tu
        Hai l'energia
        Per esser ragion
        Di quella magia
        Che tutto avvolge
        Con un sorriso
        Donato con gioia
        Per sempre al tuo viso

        Si entusiasta
        d'ogni momento
        Così d'esser
        In comunione d'intento
        Col divino
        Ch'è dentro di te
        e che
        per mano accompagna
        l'animo di chi
        Con coraggio
        l'amor suo incoraggia

        Costerà
        Fatica e sudore
        Successi e sconfitte
        Ma nessun mai
        Ripagar ti potrà
        Di quella visione
        a cui il tuo sguardo
        Presto assisterà
        Favola incantata
        d'una vita vissuta
        Ad ogni respiro
        Profondo o affannato
        Ma che mai
        è andato sprecato
        Perché questo
        è ciò che tu sei
        Re
        Dei sogni tuoi.
        Composta domenica 5 luglio 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rolla Gabriele

          Oltre quel muro

          Giaccio
          Ammirando
          Silenzioso
          e spaventato
          l'immenso muro
          Che del flusso vitale
          è ostacolo
          Insormontabile

          Par impossibile
          Proseguir oltre
          Per giunger di la
          Ove son riposti
          Sogni e speranze
          d'un giovane uomo
          Desideroso
          d'esistere

          Schiavo
          d'un esistenza
          Temuta
          Mai voluta
          Ma or purtroppo
          Materializzata

          Attendo
          Agognato
          il proseguir
          del tempo
          speranzoso
          che sia
          con me benigno
          ma consapevole
          nel fondo del cuor
          che null'altro
          v'è di sbagliato
          se non il mio esser
          alla vita indisposto

          Non v'è disgiunzione
          Tra quel muro
          e la mia vocazione
          d'esser un uomo
          Vivo nel cuore
          Essenza d'amore

          Ci vuol coraggio
          Per esser saggio
          e partir
          In direzione
          d'un emozione
          Che nell'animo
          Zampilla
          e nell'esser
          s'impiglia
          Per paura
          o timore
          d'esser vivente

          Or però
          Son sicuro
          e convinto
          Che lentamente
          Ma celermente
          Mi avvierò
          a cuor aperto
          Verso il destino
          Desideroso
          Nell'animo
          e nel corpo
          Volenteroso
          Di scoprir
          Infiniti sogni
          Da sempre
          In me custoditi
          Giammai vissuti.
          Composta martedì 30 giugno 2009
          Vota la poesia: Commenta