Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Paolucci

45 anni di attività edilizia, nato lunedì 8 ottobre 1928 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Mezzadro a sera

Franco dormi! Dormi franco,
che la notte s'avvicina,
s'è infoltito il pelo bianco
e più ripida è la china
dove scorre il tempo stanco;
Franco dormi! Dormi franco.

La tua fase s'è conclusa:
seminata è la semenza;
Acqua, Terra e Firmamento
le daranno intendimento
sulla via della crescenza;
la tua stirpe s'è diffusa.
Puoi girarti su di un fianco
per sostare: dormi franco.

Una luce resta accesa;
resta in piedi il casolare;
c'è più gente al focolare
e la porta è più difesa.

Seminata è la semenza:
sabbia e stelle conteranno
l'altre genti che verranno
sulla via della coscienza.

Nella scuola della Vita
la lezione è già finita!
Puoi posar la fronte al banco
per dormire. Dormi franco.
Composta martedì 31 gennaio 1995
Vota la poesia: Commenta

    Camera da letto

    È diventata un arido deserto.
    Le lenzuola
    sono gelida sabbia nella notte.
    Cenere è il fuoco al centro del bivacco,
    l'anime si confondono nel fumo,
    e, memori di un tempo,
    del fruscio di tante primavere,
    sono talvolta tiepide le membra.

    A ognun di noi vicino,
    come completamento al nostro essere,
    c'è tutto ciò che resta
    in una forma
    che, forse ancora viva, rumoreggia.

    È un'intrusa sgradevole e invadente
    la veglia che scompiglia i nostri sogni,
    e le ore,
    ombre lente d'attesa,
    sono gocce cinesi di tortura.

    In alto,
    piatto,
    un altro firmamento,
    sordo,
    vicino e nero,
    non offre a noi più stelle a consolarci.

    F. P. –16/12/97.
    Composta martedì 16 dicembre 1997
    Vota la poesia: Commenta