Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni
Sei un crescendo di passione
la miscela più esplosiva che stravolge ogni ragione

sei quel forte desiderio che mi fa volare in alto
fino a perdermi del tutto nell'intenso del cobalto

sei germoglio di curiosità infinita lo sbocciare in ogni giorno in nuova vita

sei un crescendo di passione

ed io vibro... solo a pronunciar di te... il nome.
Composta sabato 14 gennaio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Non c'è bandiera

    Legnacei atolli
    dove attraccare
    i corpi
    in attesa di tempeste
    quando le schiume s'infrangono
    nei trasparenti vetri
    dei boccali

    nessuno... qui
    lamenta il mal di mare
    e il mozzo col grembiule
    ha un gran da fare

    le vele son da tempo ormai
    spiegate... e non c'è bandiera
    a dire chi comanda
    le voci si miscelano
    tra bionde... rosse... nicotina
    tra pane abbrustolito
    e... gorgonzola
    formaggio fritto
    e patatina.

    Ricordo ancora fresco
    dove la mente
    volentieri

    vaga.

    Forse a qualquno
    sembrava un covo di pirati
    quella stupenda birreria.

    Di Praga.
    Composta sabato 19 dicembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Mi fermo

      Mi arrampico a fatica
      e la poca forza fisica rimasta... celata nel sudore mio
      si spande
      mentre mi aggrappo agli spuntoni dei perché
      in mezzo alle montagne di parole
      tra gli spaccati... che nascondono domande

      più salgo verso l'alto più si fa duro il gelo
      lui... attanaglia di sorpresa i miei pensieri
      li attorciglia come corde... poi ringhia... morde

      le fragili e sottili estremità del corpo accusano il dolore
      ma... farò qualsiasi cosa
      per impedire al gelo di trovar dimora dentro al cuore

      franano sotto i piedi
      i cambi repentini miei d'umore
      e rotolano a valle senza far rumore

      mi fermo... aspetto non ho nessuna fretta
      no ho mai dato retta
      allo scandire... di metallica lancetta.
      Vota la poesia: Commenta