Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Fabio Privitera

Consulente informatico, nato lunedì 24 aprile 1978 a CATANIA
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fabio Privitera
Occhi di cera
morbido bianco che scivola sul bordo
ricordo di una purezza sbiadita
confusa dalla vita
ciglia di nero fumo attorno
ritorno in essi e già mi perdo di nuovo
nel loro punto di fuga che fuggono me
e chiunque si perde a capire
gettandolo sul finire dell'iride
nel profondo buco nero
da cui nessuno torna
da cui nessuno vuole.
Composta mercoledì 3 luglio 2002
Vota la poesia: Commenta