Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ettore Grimani

Nato lunedì 21 luglio 1969 a ROMA (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Ettore Grimani

Pensiero per te

Il cielo sta abbracciando la notte
e la natura cambia colore
il mio cuore si lascia trasportare
dall'orizzonte sempre più scuro.
Il verde è increspato
ed un pensiero corre a mio padre
coperto da un prato.
Gli alberi lontani disegnano strade lontane
camminate di vita, di pensieri di gente diversa
e il mio pensiero ti cerca
e con amore ti sfiora...
Adesso ti vedo con lo sguardo nel vuoto
e nel vuoto un ricordo germoglio d'amore.
Nel tempo e nei giorni calpestati dai passi
ho scoperto la vita cercata da molti
e nel tempo io spero di essere il nuovo
come tu sei l'amore...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ettore Grimani

    Il sole crea le ombre

    I giorni passano,
    serbatoi di vita
    e la vita passa nei giorni
    che inesorabilmente aumentano nella loro somma.
    L'aria profuma di ennesima primavera
    ed il tempo passa
    e sul mio viso si posa,
    e mi graffia gli occhi
    e mi assottiglia le labbra,
    trasformandomi in quello che il mio sguardo di bambino
    vedeva nei grandi, studiandone i tratti.
    Infelice manifesto di un passato che guardava al futuro
    e che ora è presente in ogni minimo particolare.
    Il sole crea le ombre
    e sembra impossibile che la luce sia genitrice del buio.
    Il mio cuore batte nel vuoto
    e lentamente i miei sogni appassiscono.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ettore Grimani

      Retrospettiva

      In silenzio
      quanto vorrei essere da solo in questo istante
      per ascoltare le nuvole
      che navigano il cielo.
      Argonauta dell'insoluto
      nel mio vivere.
      La vite penetra pian piano
      e ad ogni giro
      il rintocco di una campana
      segna un'ora diversa
      fatta di nuovo,
      o piena di niente.
      La peste è nelle mie vene questa sera
      e non c'è rimedio alla morte del giorno.
      Nel nome di cosa io viaggio in questo luogo,
      non sento e non vedo
      questa sera sono un uomo.
      Né un battito d'ali
      né una brezza leggera,
      un secondo dopo questo
      vento e polvere.
      Nel nome di cosa io viaggio in questo luogo,
      non sento e non vedo
      questa sera sono un uomo.
      Vota la poesia: Commenta