Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Enzo Di Maio

Fiore di campo

Fiore di campo lasciami stare
fiore di campo non mi tentare
per la mia donna voglio una rosa
quella più bella, rossa e odorosa.

Fiore di campo guardati bene
sei nato reietto, volgare e imperfetto
ti nutri di fango, profumi di niente
mai troverai chi ti offrirà un tetto.

Fiore di campo ti chiedo perdono
il gelo maligno tutto ha bruciato
non esiste più fiore, non esiste più rosa
lasciati cogliere, ti offrirò alla mia sposa.

Povero umano mi fai tristezza
credi che l'amore si paghi in bellezza
lasciami al fango, non mi tagliare
a nulla ti serve un fiore reciso
per dire ti amo basta un sorriso.
Composta domenica 18 ottobre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Enzo Di Maio

    Ciao Roma

    Ciao Roma, madre mia,
    come cazzo t'hanno ridotto,
    eri er vanto der monno e mo sei arivata all'olmo.
    A giratte intorno me vie' da piagne,
    zozza, colma de buche e piena de gente strana,
    Africani, zingari, cinesi, marocchini,
    nun solo nun gira più un romano
    ma nun senti manco più parla' Italiano.
    In ogni spiazzo c'è trovi n'accampamento,
    te pisciano sui muri, te cachino pe tera,
    quasi quasi te sembra da sta in guera.
    La chiamino globalizzazione,
    la libera circolazione,
    sarà pero' mo ade' m'ber po' che c'avete rotto le cojone.
    Era mejo quanno se stava sotto er Papato,
    si vabbè' magari cascava qualche testa
    ma dovunque annavi era sempre festa.
    Sarebbe quasi ora da di basta e che ritorni nostra,
    l'anima de li mejo mortacci vostra.
    Composta sabato 19 settembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Enzo Di Maio

      Occhi

      Gli occhi sono la penna dell'anima
      Gli occhi raccontano le tue gioie,
      le tue paure, i tuoi dolori
      I tormenti che ti accompagnano,
      i tuoi amori.

      Gli occhi sono la tua verità,
      quella che non puoi occultare.
      Gli occhi tradiscono le parole
      mostrano il vero che hai nel cuore
      che sia esso odio oppure amore.

      Gli occhi sono il libro della vita,
      pagine senza errori
      scritte con l'inchiostro del cammino
      e con le lacrime, virgole perfette,
      volute dal destino.
      Composta domenica 26 luglio 2015
      Vota la poesia: Commenta