Poesie di Dora Pergolizzi

Insegnante scuola infanzia, nato martedì 5 novembre 1963 a Messina (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Dora

Ora sei tu

Cala il sipario su occhi stanchi
sui drammi che hanno visto,
su commedie recitate...
su maschere indossate e adesso smesse
ora sei tu... abbandonati, togli l'armatura,
lasciati andare ai tuoi sogni...
spalanca le tue braccia al sonno e da lui lasciati cullare
al suono del respiro, al ritmo del tuo cuore
Stringi il tuo corpo a te, nessuno può vederti
sei in compagnia della tua anima
spogliata dalla ragione
dalla frenesia della quotidianità
da chi vuole che tu sia
una realtà falsata dall'ipocrisia
da sorrisi non voluti
da parole non sentite
da giudizi non richiesti
Adesso l'oblio mi accoglie
adesso, solo adesso sono realmente Io.
Dora Pergolizzi
Composta martedì 28 settembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Dora
    Ascolta i miei silenzi
    dicono più di tante parole
    le mie paure, le mie insicurezze
    il mio bisogno d'amore
    Ascolta la mia richiesta
    ... che non esprime voce
    il suono di respiri
    e lacrime invisibili
    che bagnano il mio cuore
    Aiutami a camminare
    in questo mondo che non vale
    con gambe malferme
    che vogliono scappare
    ascoltami... non ho che te
    Vita!
    Dora Pergolizzi
    Composta mercoledì 22 settembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dora
      C'è stato un tempo in cui
      amavo il tuo respiro
      il tuo corpo anelavo
      della tua anima mi riempivo
      se solo un minuto eri lontano
      il mio cuore moriva
      e tornavo a vivere
      quando stringevo la tua mano
      Adesso non ricordo più
      il sapore dei tuoi baci
      non riesco a sopportare
      le tue parole, la tua voce
      non desidero più toccarti
      il viso e in fondo all'anima
      quel mescolar dolci sensazioni
      è adesso solo illusione
      falsità e disillusione.
      Dora Pergolizzi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Dora
        Scomparso è il tuo sorriso
        su labbra ancora acerbe
        da quello sguardo acceso
        la luce han cancellato
        fiore strappato dal verde prato
        della tua esistenza
        fonte pura, adesso inquinata
        da rifiuti di insana violenza
        Balocchi rotti sul selciato
        spenti adesso sono gli occhi
        mani abbozzate celano il volto
        a dolore, vergogna e sofferenza
        Crescere ancora prima di capire
        questo mondo di piccoli uomini
        Adesso non sarà più vita
        avrà sapore amaro una risata
        espressione scorrerà diffidente
        incubi nel buio, proiettati al mattino
        paura di sbagliare
        di apparire inesistente
        in un mondo infame di gente
        dai volti distorti
        con falsi sorrisi
        con mani rapaci
        e occhi accecanti
        e voci gracchianti

        parole di carta vetrata
        che graffiano il cuore
        petalo caduto da fiore morente
        è la tua innocenza violata.
        Dora Pergolizzi
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di