Le migliori poesie di Dora Pergolizzi

Insegnante scuola infanzia, nato martedì 5 novembre 1963 a Messina (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Dora

Il sabato di città

L'adolescente vien dal centro commerciale
al tramonto con il suo fascio di sacchetti
e reca in mano un rossetto e un eyeliner
onde siccome si vuole truccare ella s'appresta
stasera in discoteca, il seno e il viso
Siede con le amiche al bar la vecchierella,
incontro là dove si perde il sole
e spettegolando va dei tempi moderni
e di quando la domenica lei si ornava
e ancora magra e snella
andava a ballare al circolino
con i suoi ganzi
Già tutta l'aria si riempe
di fumo di scarico e odor di spazzatura
e le case si illuminano delle luci di tv e schermi dei pc
Le auto con lo stereo a tutto volume
danno segno della serata che viene
e a quel suon diresti
che la testa ti si frantuma
I ragazzi urlando parolacce e schiamazzando
nelle strade fanno un casino della miseria
e intanto l'operaio ritorna alla sua misera dimora
bestemmiando perché pensa che non ha un euro in tasca
e che domani al dì di festa dovrà rimanere a casa
non potendosi permettere divertimenti
Poi quando l'immenso casino si cheta
e tutto intorno tace
odi il picchiettar dei tasti del computer, odi chi si fa le seghe
chi fa tardi a chattare sui siti erotici
fino al chiarir dell'alba
Questo di sette è il più gradito giorno
pieno di speranze e aspettative
domani il giramento di palle e la noia
recheranno le ore
ciascuno penserà al ritorno
al lavoro se è fortunato ad avercelo
se no farà la fila all'ufficio di collocamento
o nelle sedi di lavoro interinale
Ragazzino depresso e insofferente e maleducato
questa ètà così difficile
è come il sabato
giorno vuoto, noioso, senza interessi e prospettive
senza ideali e fantasia, e sentimenti
e precorre alla schifezza della vita
Vivete, ragazzi miei, la vostra età
senza voler per forza diventare adulti
senza fare sesso a 12 anni, voler fumare spinelli
per sentirsi importanti
spaccare il mondo, andare veloce in motorino
Che tanto il tempo passa e presto vi ritroverete
vecchi e rincoglioniti senza rendervene conto.
Dora Pergolizzi
Composta domenica 3 ottobre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Dora

    Ascolto

    Ascolto la tua voce nel silenzio della notte
    rivedo la tua luce nel buio della sera
    rivivo il mio passato nei ricordi del presente
    e amo il tuo volto annebbiato dal tempo
    che da una foto ingiallita mi sorride
    tutto di te rivive nella mia mente
    quando sento cantare il tuo cuore nel rumore del giorno
    e tutto scompare e solo tu rimani
    ad accompagnare i miei gesti e le mie azioni
    nel quotidiano vivere
    senza te sarei perduta e mi perdo spesso in te
    vorrei riaverti in questo mio tempo
    che a te è stato precluso
    angelo del tempo che è andato
    ma che rimarrà nel tempo accanto a me.
    Dora Pergolizzi
    Composta martedì 24 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dora

      Il silenzio fa rumore

      Che rumore fa il silenzio
      più di una porta che sbatte
      di un grido nella notte
      del pianto di un bambino
      che male fa il silenzio
      più di un pugno dato al muro
      di uno schiaffo in pieno viso
      di una parola che ferisce
      il tuo silenzio fa rumore
      perché sconvolge l'anima
      e assorda la mia mente.
      Dora Pergolizzi
      Composta martedì 23 febbraio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di