Scritta da: Diana Barbieri

Rivivo quella notte

Fa sempre un po' male
indossare certi abiti
è un po' come rivivere
certe emozioni
è come se tu potessi
per un attimo
tornare da me.
Incipriare il delicato viso
stendere la scintillante polvere
dello stesso colore del mare
come quel giorno
quando ancora non sapevo
cosa mi avrebbe riservato
il tanto vicino futuro.
Fa sempre un po' male...
è quasi come un rito
nella speranza
sedendomi sulla calda pietra
di rivederti dietro di me.
Ma qui non c'è pietra
tanto calda come quella
tanto calda come te...
E così affido le mie pene
a questa opaca carta
e ad altre...
che sulle ali degli Dei
percorreranno miglia e miglia
nella speranza
di giungere a te.
Diana Barbieri
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Diana Barbieri
    Non riesco che pensare a te:
    non vivo più
    la mia esistenza
    è un continuo pensiero
    che scavalca monti e confini
    per cercarti ovunque tu sia.
    Sei stato raggio di sole
    nel grigio di una tempesta.
    Sei stato raggio di sole
    che filtra fra le nubi
    e poi scompare
    per far spazio al triste.
    Ora tutto è più vuoto di prima.
    Non ti rivedrò mai più...
    mai è solo una parola
    sono solo tre lettere
    che scavano nel cuore.
    Un cuore che non può che pregare
    di dimenticarti presto,
    anche se, appena chiudo gli occhi
    ti rivedo così:
    con la tua mano tesa verso me
    ed io che mi avvicino
    al tuo dolce corpo...
    Diana Barbieri
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Diana Barbieri

      A chi non ha mai amato...

      Chi mi consiglia di mollare
      non ha mai amato.
      Chi mi dice che non ne vale la pena
      non sa cosa ora provo...
      Forse non è più nemmeno
      desiderio, affetto, passione, tenerezza
      è solo amore o... disperazione.
      È come se le sorti fossero già decise
      ed io, ignara, sognassi ancora.
      È la terribile verità
      che bussa alla mia porta
      ed io: stupida
      fingo di non sentire.
      Allora prendimi morte
      nella stagione delle foglie cadenti
      ma che sia vera morte dell'anima
      e non solo dolore.
      Il dolore fa male
      la morte fa dimenticare...
      e cancella gioie e tristezze
      e spazza via te:
      splendido astro idealizzato.
      Diana Barbieri
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Diana Barbieri

        Restano...

        Perché ora è tutto così chiaro?
        Perché ai miei occhi è tutto disperazione?
        Forse non è colpa tua...
        o mia...
        Certe cose non se ne vanno
        restano...
        non importa che siano belle o brutte
        restano...
        Eliminerò Norimberga, cancellerò Lei
        e terrò solo le cose belle:
        serberò nel cuore il calore
        del tuo corpo vicino al mio
        conserverò le parole dolci
        ed i dolci sorrisi
        gelosamente difenderò dal tempo
        che tutto cancella
        il ricordo della mia mano nella tua.
        Così sarà
        anche se, ancora, certe notti
        appena prima di abbandonare
        le mie pene ad Orfeo
        mi torna alla mente Lei
        e con Lei... : l'angoscia
        me se tu potessi essere qui, forse
        tutto verrebbe bruciato
        dalla passione che è in me...
        Diana Barbieri
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Diana Barbieri

          Non sei tu

          Dove sei amore mio?
          No, quello non sei tu...
          non ha gli stessi tuoi occhi
          non ha il tuo profumo
          è avvolto in una nuvola grigia
          mentre tu splendevi, amore dolce
          nella beltà dei tuoi anni migliori
          nel candore della tua ingenuità.
          Dov'è il ragazzo che mi stringeva
          dolce, forte, caldo
          in quel giorno tanto vicino
          e tanto lontano?
          Lontano... perché non esiste più.
          Ripenso al vero te... e mi strazio
          il ricordo è come miele
          prima di ripiombare pesantemente
          nel terribile reale.
          E tornano alla mente
          poesie, canzoni, parole d'amore
          a chi le donerò?
          Ora sulla tua anima
          giace tristemente una lapide
          in un angolo trovano posto
          delle candide rose
          te le ho portate io...
          Diana Barbieri
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di