Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Denni F.

Se...

Se...
Se si ama nella vita solo una volta,
allora io amo te in ogni emozione.
Se la vita è una ricerca continua,
allora io cerco te in ogni storia, poesia, nella musica.

Se la felicità è simile della serenità,
allora l'amore è il nostro stare bene insieme.
Se esiste l'altra metà dell'anima,
allora la tua è la metà della mia.
Se non c'è un domani che ci aspetta,
allora ti amo oggi per tutta la vita.
Se ho veramente bisogno di qualcuno per sopravvivere,
allora può darsi che un giorno morirò un po' senza di te.
Se c'è un'immagine che ci guida attraverso la morte,
allora sarai tu la mia ultima visione.
Se adesso non ho più la mia vita da darti,
allora nella prossima sarò io a trovarti.

L'amore sembrava una cosa grande e difficile.
Con te però in fondo è molto semplice.
Ha la dimensione del cuore soltanto,
ma è superiore dell'intelletto e del tempo.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Denni F.

    Niente

    Non sono niente,
    solo un segreto, inesistente,
    nascosta in un dove,
    che nessuno conosce.
    Sono pura come sangue,
    trasparente come la luce,
    fugace come il calore,
    il contrasto in ogni colore.
    Sono invisibile, indescrivibile,
    come l'innocenza del peccatore
    sotto il segno dell'amore
    più forte di ogni ragione.
    Sono la delicatezza della seta
    che con un soffio avvolge l'anima,
    la leggerezza della fantasia,
    sono un'illusione, sono la magia.
    Sono la dolcezza di un desiderio,
    irresistibile, infantile e candido.
    Sono insicura, instabile come l'acqua,
    che scorre tra gli scogli della montagna.
    E come l'acqua riesco sciogliere
    anche le sostanze più rigide...
    sono una farfalla nell'inferno
    affascinante, miracolata, dannata.
    Incomprensibile bellezza
    dove si incontrano fuoco e acqua.
    Sono un pensiero, un sogno, una favola,
    la contraddizione in ogni regola,
    la voce in fondo all'anima,
    l'ultima immagine dell'ultima ora.
    Non sono niente, non ho un nome,
    ma è inconfondibile il mio sapore.
    Non sono niente da capire o scoprire.
    Sono la profondità, sono parte di te.
    Se un giorno me ne andrò
    non sarà più niente come era.
    Il mondo ti sembrerà vuoto,
    ti mancherà l'essenza della vita.
    Mi troverai soltanto
    nel riflesso del tuo sguardo,
    Dove non c'è niente. Niente
    che per un altro può significare
    ciò che significa per te.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Denni F.

      Il tuo sorriso

      Chi ti ha mandato, da dove vieni
      Chi ti ha mandato e perché sei qui?
      Il mondo senza te non significa più niente.
      Il mondo senza te, muore la parola e il silenzio.
      Il sorriso sul tuo viso dice tutto,
      Non parlare, lo so, gli occhi tuoi lo raccontano.
      Invano dici che finirà
      non ci credo.
      Ogni mattina parla di te,
      a te porta ogni pensiero.
      Il mondo senza te non significa più niente.
      Il mondo senza te muore la parola e il silenzio.
      Il sorriso sulle tue labbra dice tutto,
      non dire niente, lo so, il tuo sguardo me lo racconta.
      Adesso vieni da me,
      non temere, non aspettare.
      Adesso se vuoi, vieni,
      ma basta anche, che mi pensi...
      Non dire niente, lo so...
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Denni F.

        Inverno

        Inverno. Si avvicina Natale.
        Tutto il mondo parla d'amore.
        Ed io ancora una volta penso a te.
        Della città manca la neve,
        c'è solo il freddo, che congela il cuore.
        Piove e tante gocce d'acqua nella loro solitudine
        si uniscono in grigie pozzanghere.
        Manca qualcosa anche nel nostro tacere,
        mi nascondo e ti nascondo il mio terrore,
        che questo nostro grande amore
        sta per finire e non so spiegare perché.
        C'è uno spazio vuoto che tu riempivi,
        c'è un contrasto forte tra ricordi vecchi e nuovi,
        c'è un riflesso della tristezza nello sguardo mio,
        che sarà l'ultimo pezzo nel nostro mosaico...
        Guardo il cielo. È coperto di scurissime nuvole.
        Sembra lo specchio di una sensazione invincibile.
        Mi arrendo a questa squallida solitudine.
        Il calore del Natale scorso adesso non c'è.
        Di ogni giorno di questo anno quasi passato,
        tu hai fatto parte, ti ho sempre pensato.
        Alla fine è pronto anche l'albero di Natale,
        palline di vetro, mille luci accese.
        Ma nascosta tra brillare e scintillare,
        mi fermo un'altra volta a ricordare,
        e augurarti una bella festa e buon Natale.
        Vota la poesia: Commenta