Poesie di Danut Gradinaru

Un pò di tutto (dal timoniere...al magazziniere), nato giovedì 21 novembre 1974 a Mangalia (Romania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Danut Gradinaru

O splendida donna

O splendida donna
tu che sei il dono dell'amore,
lo specchio dell'anima,
il mare degli abissi;
sei unica!

O splendida donna
tu che sai leggere nella mente,
sentire il respiro del vento,
accarezzare le foglie;
sei meravigliosa!

O splendida donna,
donna dei sogni e dei desideri,
donna delle promesse
e delle debolezze;
sei stupenda!

O splendida donna,
tu che sei il grande libro della vita,
la più bella poesia d'amore,
il fascino delle parole;
sei paradiso!
Danut Gradinaru
Composta lunedì 29 ottobre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Danut Gradinaru

    Vieni amore!

    Vieni amore!
    Vieni a riempire questo vuoto profondo
    che mi fa addormentare tra le righe.
    Tu che sei la mia vita, il mio dono,
    la mia passione.
    Sei l'anima...

    Vieni amore!
    Vieni per il nostro viaggio così innocente,
    così tenero che non può aspettare; non può tacere.
    L'attesa è un lungo tunnel verso la luce
    ed io ti chiamo
    con l'anima...

    Vieni amore!
    Vieni a sentire il dolce canto della felicità.
    Cantarlo insieme nota per nota,
    parola per parola, rima per rima.
    Unite, le nostre voci
    invocheranno te...

    Vieni amore!
    Vieni nelle notti di luna piena.
    Riflettere insieme sullo specchio del lago.
    Come due cigni bianchi in un solo abbraccio,
    tanto desiderato
    di un unico amore...

    Vieni amore!
    Vieni con me!
    Ed io sarò il tuo schiavo.
    Svuoterò l'universo per restare con te.
    Immortalati per sempre
    nell'amore eterno...
    Danut Gradinaru
    Composta giovedì 15 settembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Danut Gradinaru

      Ti chiamo amore perché ti amo profondamente!

      Ti chiamo amore perché ti amo profondamente!
      Con tutto il cuore e la passione incandescente.
      Amo il tuo sguardo indimenticabile dipinto di blu.
      Amo te; e nella mia vita selvatica ci sei solo tu.

      Ti chiamo amore perché ti amo profondamente!
      Come il Mare che abbraccia la sua spiaggia bolente.
      Amo le tue carezze con petali morbidi amorosi.
      Amo tutte le mattine risvegliate e tanto bisognose.

      Ti chiamo amore perché ti amo profondamente!
      Amo vivere il nostro amore, sentirlo intensamente.
      Amo 1001 notti di stelle brillanti ed incandescenti.
      Amo tutto quello che dici e tutto quello che senti.

      Ti chiamo amore perché ti amo profondamente!
      Ti amo così come sei, senza perdermi niente.
      Ed il nostro grande amore profuma di rosa.
      Tu lo sei e sarai la prima e l'ultima sposa.
      Danut Gradinaru
      Composta martedì 31 maggio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Danut Gradinaru

        Poesia

        La poesia non è soltanto un gioco di parole;
        è molto di più.
        È dedizione.

        È il silenzio travestito in un nuovo colore;
        è il proprio canto.
        È l'amore.

        La Magia Bianca in cui le parole chiedono vendetta
        e si compenetrano...
        fino all'ultima lettera.

        Potresti portare via l'amore di un poeta
        abbandonarlo come hai fatto con tutti gli altri
        ma non potrai mai togliere la poesia.

        È l'unico sollievo
        nell'aspro silenzio di pietra...
        in cui le parole sono tutto.
        Danut Gradinaru
        Composta domenica 19 settembre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Danut Gradinaru

          È scritto nel Dna

          Non sprecate il vostro tempo con le promesse;
          i frutti crescono sugli alberi vicino ai passeri
          e maturano sotto i raggi luminosi del sole.

          Sono loro la dulcezza e la fiducia che nutre lealta.
          Hanno un gusto fresco e tropicale molto gradevole,
          il sapore tenero della miraculosa vita.

          È il seme che rinasce dal seme nel giardino divino;
          l'albero che cresce dritto nel grembo celeste
          e spolvera le foglie al di là delle Grandi Porte...

          Non perdete il tempo con grandi illusioni.
          Reale è il tocco che sentiamo dentro di noi
          ed il nostro DNA non si sbaglia mai.
          Danut Gradinaru
          Composta giovedì 20 maggio 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di