Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Danilo
Trascinate da un turbinio incontrastato,
le mie emozioni vanno scivolando via,
all'interno del vortice dei tuoi occhi,
come gironi per condannati,
le mie certezze vanno distaccandosi,
i colori vanno delineandosi,
dal primo livello,
dove il grigio della neutralità,
aveva interrotto il cammino di molti
prima che fosse iniziato,
poiché essi confondevano la paura di soffrire ancora per una corazza impenetrabile,
nel secondo livello,
nel verde della fiducia,
iniziarono a scoprire la dolcezza intrinseca in te,
dove le Farfalle,
potevano librarsi in volo,
nella Libertà di esistere,
molti errarono nel fermarsi,
poiché troppo timorosi di addentrarsi nel
terzo livello,
dove il Nero dell'oscurità intimoriva,
coloro che ebbero fiducia in te,
si lasciarono cadere nel baratro delle paure,
dove la fine preannunciata,
si trasformò nella gloria dell'Eterno.
Composta mercoledì 30 luglio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Danilo

    Ti saluto così

    E resto immobile,
    osservando impassibile e compiaciuto la distruzione
    di quel mondo fantastico da me creato,
    il pertugio ormai stretto,
    permetteva l'ingresso
    a chi prostrandosi alla nuda terra,
    strisciava attraverso l'umiliazione
    pur di entrarvi,
    e vidi la Speranza negare tutto ciò,
    fuggendo ancora una volta
    da quella realtà troppo dolorosa,
    e la Consapevolezza Giustiziera,
    segregò l'eternità delle emozioni
    in un Battito di Ali.
    Composta domenica 21 dicembre 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Danilo
      Dove sono le mie ancore?
      trasportate ormai via,
      come boe dalla corrente della superficialità,
      la mia zattera piano piano si avvicina nella solitudine del passato,
      che con una falsa seduzione e sicurezza mi avvicina a lei,
      rassegnato dal destino,
      lascio che lei mi attragga e che il tempo passi,
      ma con stupore vidii che ero fermo,
      questo perché un'ancora dietro di me era ancora li dandomi la sicurezza di guardare, capire e quando tutto questo passerà di ripartire con più forza.
      Composta domenica 6 maggio 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Danilo

        Eclissi...

        Me lo sento quell'attimo arriverà
        Ci ritroveremo uno di fronte all'altro,
        i nostri sguardi pieni di rimpianti
        come Vulcani mai esplosi si scontreranno,
        e dal mio Incubo si proietterà
        l'Immagine Rinnegata,
        come un sogno predetto si avvererà
        e tu butterai lo Sguardo per l'ultima volta
        nei mie occhi
        vedendo il Vuoto che hai lasciato dentro di me,
        ma nessuno di noi si dovrà Fermare
        per non far cadere
        il mondo dei nostri sentimenti
        nel Buio Eterno...
        Vota la poesia: Commenta