Poesie di Daniela Bonomi

Consulente ambito odontoiatrico, marketing e comu., nato martedì 23 giugno 1964 a Brescia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: DANA

Sonnifero

Le gocce cadono
la lingua le accoglie

è un sapore malato
un sollievo di nulla

di lingua assopita
gonfia e taciuta

distillo ricordi
le grida da muta

cercando l'oblio
di un sonno di bimba

di carezza perduta
di lenzuolo tra le dita

la parete protegge
un lato dei sogni

risveglio di baci
che ti colgano nuda

e non sai dove sei
ma t'importa un bel nulla.
Daniela Bonomi
Composta lunedì 6 giugno 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: DANA

    Fiore di Plastica

    Fiore di plastica

    Fiore di plastica
    Fiore senza sete

    E il destino crudo
    Dei giorni che irridi

    Nelle cieche speranze
    Ingarbugli e inciampi

    Con piedi pesanti
    Lasci orfane impronte

    Hai tanta rabbia
    E non odi nessuno

    Scuoteresti il tempo
    A confessare il tuo nome

    Vorresti essere fiore
    Ed avere sete

    Ma sei plastica
    Fiore che non beve.
    Daniela Bonomi
    Composta lunedì 6 giugno 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: DANA

      Una casa spettinata

      Ho una casa spettinata
      Come la mia vita

      Ha nodi come scale
      Stanze gonfie la sera
      E finestre ubriache
      riflettono il mare

      Divani di sogni
      Tappeti di illusioni
      Dolce polvere nei libri
      A passarci la lingua

      Ho una casa spettinata
      Come la mia vita

      Pareti da riscrivere
      Piangono colori
      Lampade allucinate
      Ridono per nulla

      A respirare il mio senso
      questa casa dov'è?
      Daniela Bonomi
      Composta lunedì 6 giugno 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: DANA

        Quando l'amore ti prende per mano (filastrocca)

        Quando l'amore
        ti prende per mano
        È quasi un delitto
        restargli lontano

        Ti apre gli occhi
        scombina i capelli
        Piega le gambe
        anche ai ribelli

        Impenna il cuore
        e senza difetto
        Parti da un bacio
        e ritrovi il letto

        Spogliato l'orgoglio
        vestita la luna
        Ti chiedi nel sonno
        sarà che poi dura?

        Il troppo che hai visto
        e se pianto hai davvero
        È sorriso leggero
        È appiccicata paura

        Di fata matura

        Vacanza finita
        ghiaccio caldo tra le dita
        Ma al freddo immaginato
        metto maglioni...

        ... di sole annodato.
        Daniela Bonomi
        Composta giovedì 26 agosto 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di