Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Cristoforo De Vivo

L'Italia del 17 marzo 2011

Italia: parola azzurra all'infinito
Da questa razza adolescente
Che ha sempre una poesia nuova da costruire
Una gloria nuova da conquistare.
Primavera di sillabe fiorite
Come le rose dei giardini,
stellata come i firmamenti
con immense arcate blu.
Italia: nome nostro e dei nostri figli,
che la vita hanno dato per Te in questo giorno,
via maestra del nostro amore,
rifugio dei nostri pensieri,
ultimo bacio sulle nostre palpebre
nel giorno della morte.
Voce profonda e di mistero,
richiamo insistente dell'aldilà,
dobbiamo, dobbiamo pensare
all'eternità.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Cristoforo De Vivo

    Anche la morte può avere un sorriso

    Volto felice il tuo prima di morire
    guardavi me che piangendo speravo
    non lasciare che ti portino via
    non lasciare che mi lascino sola
    ridendo tu in un filo di voce
    lasciasti la vita per iniziare la morte
    morte che parola non è altro che vita
    lontana dal tempo, lontana da tutto
    troverai te stesso dal giorno del lutto
    c'era un biglietto che avevi lasciato
    prima di morire sul letto pacato
    scrissi delle chiare precise parole:
    lascio la triste vita, sperando che un giorno
    il mio ultimo sorriso dia a te conforto,
    magari non ora ma un giorno capirai
    che quando riderai paura non avrai.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Cristoforo De Vivo

      Uomo senza tempo

      Non esiste un altro uomo, così caro come lui... sogna ancora a occhi aperti e non ama la tristezza. Noi ci somigliamo tanto. Ho il suo sangue nelle vene, e lo porto nel mio cuore. I suoi occhi sono buoni. Passa il tempo non per lui: c è chi nasce, c'è chi spera, ma la storia di mio padre è una storia vera, quella di un uomo senza tempo.
      Composta venerdì 19 marzo 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Cristoforo De Vivo

        Parodia d'amore

        Io penso sempre positivo,
        mai quasi negativo,
        sono sempre ottimista
        ma mai fatalista.
        Si, oggi sono qui
        per darti amore vero
        ti amo son sincero...
        si, io mai ti lascerò
        per sempre nel mio cuore ti porterò,
        dolce amore mio.
        Ricordo quando ti conobbi,
        eri più che una bambina
        così dolce e piccolina,
        con un cuore grande grande
        ed un fisico allettante.
        Si, oggi sono qui
        per gridare al mondo intero
        che ti amo per davvero,
        si, io sempre ricorderò
        gli occhi tuoi d'amore accesi di passione,
        e non mi stancherò
        di dirti piano piano
        amore mio ti amo.
        Composta venerdì 12 marzo 2010
        Vota la poesia: Commenta