Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Cleonice Parisi

Ci sarà

Ci sarà un tesoro in ogni via,
e tu lo raccoglierai con le mani del cuore
solo nel rinunciare alle tue altre mani;

Ci sarà un tesoro in ogni parola,
e tu l'ascolterai ovunque,
solo nel tacitare ogni tuo altro dire;

Ci sarà un tesoro in ogni cuore,
e tu lo vedrai brillare
tra le alte colonne del tempio di ogni uomo,
solo sol nel distruggere il tuo tempio;

Ci sarà vita in ogni istante della tua vita
solo se ti sarai saputo
osservare,
ascoltare,
e cambiare.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Cleonice Parisi

    La Rassegnazione

    Rassegnata sarà la fata dell'uva,
    quando nel raccoglier l'ultima pigna,
    saprà di dover attendere la nuova stagione per gioire ancora;

    Rassegnata sarà la Luna del cielo,
    quando al rintocco della sua ultima ora,
    saprà di dover ceder passo al Sole, prima del suo ritorno;

    Rassegnata non sarà mai l'Aurora,
    se del suo riflesso avrà trattenuta immagine,
    e di quel ricordo sempre vivo saprà gioir in eterno;

    Rassegnato non sarà mai il tuo Cuore,
    se del sorgere del suo Sole avrà conservato amore,
    e della luce colta saprà riviver ogni volta.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Cleonice Parisi

      È un viaggio severo

      È un viaggio severo

      Tra le mani un biglietto:
      "È un viaggio severo" ti fu detto.

      È così iniziasti il cammino che non eri neppure un bambino,
      e nelle orecchie ancor quel dire:
      "È un viaggio severo, non ti posso mentire".

      Sentisti il cammin divenir pesante
      mentre eri semplicemente un viandante,
      e quando prono al ciel saggiasti terra,
      ancor di quella voce ascoltasti favella:
      "È un viaggio severo, ma questa è la tua guerra".

      Sollevasti membra facendo leva sulla tua tempra,
      caparbio occhio avevi ma poco in verità vedevi,
      e quando trappola fu tesa,
      tu prima di cader cercasti presa.

      La notte era buia e soffocante,
      e tu eri solo un triste viandante
      fu allora che ascoltasti il vero canto
      di quel cuor che avei cercato tanto:

      "È un viaggio severo, ma è in te quel sentiero,
      camminerai affranto stretto al tuo solo pianto,
      e tra lacrime e dolore raccoglierai il tuo primo fiore.

      È nello sciogliere il mistero tu avrai inver trovato il tuo sentiero
      quello che abita ogni cuore,
      ma che chiede viaggio per far riconoscer Amore."
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Cleonice Parisi

        La filastrocca del seme

        Si apriron del viver le mani certe
        e ti fu offerto il seme della sorte;

        In terra brulla tu trovasti culla,
        e nel cantar la nanna
        ne decretasti inver la sua condanna.

        Non dorme seme che ha trovato terra,
        ma ha inizio in quel momento la sua
        guerra;

        Non è nel seme preso la certezza
        ma è in quel che ci vedrai la tua
        carezza;

        Se filo d'erba avrai negli occhi e
        cuore
        quel seme di quel dir avrà sentore;
        Ma attento che non sia così la cosa,
        quel seme deve adire ad altra posa;

        Che venga al mondo stabile sentiero,
        nel cuore di una quercia è l'uomo vero.

        Pertanto quando il viver darà
        incertezza
        in te dovrai guardare con franchezza;

        Ipocrita è chi del suo mestiere,
        condanna chi non ne ha alcun dovere.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Cleonice Parisi

          Non vi è Vizio

          Soave signora della notte,
          a te
          che con occhio luminoso graffi il sentiero nebbioso
          strappa via il buio drappo che al nostro vedere fa da cappio;

          Illuminata signora della notte,
          a te,
          che tra le dita stringi la nostra vita,
          schiudi la porta fa che quella stanza non ci venga tolta;

          Pacifica signora della notte,
          a te,
          che del ciel illumini ogni cosa
          fa che nel nostro cuor nasca la tua rosa.

          Come madre
          che non ha al cor giudizio
          sollevaci dal vivere,
          nel nostro anelar alla vita
          non vi è vizio.
          Vota la poesia: Commenta