Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Horion Enky

Gitana

Scrivo una poesia d'amore per te,
sulle musiche di zingari,
che danzano sensuali balli,
in una notte di luna piena.
Ubriaco d'amore, son di te, mia bella gitana,
dai lunghi e setosi capelli, di nero corvino
che, maliziosamente, fai scivolare,
sfiorando il mio corpo con suadenti carezze
e provocandogli fremiti di desiderio travolgente
e di mera passione.
I tuoi occhi risplendono
delle stelle del cielo, traboccanti d'amore.
Vaso scoperchiato di Pandora,
dove perdere mi voglio, in tutti i suoi vizi tentatori.
Donna ancestrale,
onda del mare. In cui io,
come arenile, da te, mi lascio cullare.
Bello il tuo corpo, di venerabile natura
che, al pari di lei, nasci dalla spuma,
mia perla di cui, il corpo abbronzato, vieni a me donare.
Tu sei poema, poesia scritta tra le note.
A me, tu sei arrivata,
in una notte di luna piena, mia bella gitana.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Horion Enky

    Anima mia

    Sto indossando il vestito
    con il quale la mia anima
    ha deciso di mostrarsi
    in questa vita terrena,
    dando così corpo
    ai miei pensieri e ai sentimenti.
    I sensi hanno presa vita,
    percepisco il tuo amore,
    lo sento lo tocco e lo vivo.
    Ti amo anche quando non sei con me,
    perché tu sei il ponte
    che mi unisce all'infinito,
    un amore che diventa immortale.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Horion Enky

      Ti ho cercata

      Ti ho cercata da sempre,
      nelle passeggiate in centro,
      negli occhi di ogni donna che incontravo,
      ma, in quelli, ho visto solo la mia solitudine.
      Ti ho cercata nei baci ricevuti da altre donne
      ma, di quelli, mi è rimasto
      solo l'amaro sulle labbra,
      che non si lavava via.
      Ti ho cercata in chi mi diceva d'amarmi,
      ma il mio cuore soffriva d'amore,
      perché di sesso non puoi riempire il cuore,
      se manca l'amore.
      Solo quando non ti ho più cercata,
      tu sei arrivata a sconvolgere la mia vita,
      perché anche tu come me,
      volevi vivere il vero amore.
      Vota la poesia: Commenta