Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Chiara Rossi

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: chiararco

Dietro al banco

Ti vedo li, dietro il banco
troppo grande per te
Vedo i tuoi piedi a penzoloni
Su quella sedia che ti ostacola,
i tuoi piedi non toccano a terra,
un senso d'instabilità ti pervade!

Ti vedo stretto nel tuo ruolo
Di bimbo buono ed educato!

Hai mai sentito il caldo sangue scorrere
E la tua tenera pelle bruciare
Dopo il dolore della caduta?
Hai mai goduto della libertà
Di distruggerti gli abiti
Rotolando tra sassi e fango?

Ti vedo stretto nel tuo ruolo
Di bimbo pulito ed ordinato!

È passato il tempo, sei cresciuto;
Ma tu sei ancora li, dietro il banco
Lo stesso banco e la stessa sedia,
Stretto in quella dolce morsa
Che prende lo stomaco ad ogni respiro
Ma dolcemente ti tiene legata a sé!

Ti vedo stretto nel tuo ruolo
Di bimbo ormai adulto!
Composta martedì 12 giugno 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: chiararco

    La senti ancora quella scheggia!

    Ti si è conficcata nella carne
    in un eterno istante
    un dolore acuto e disumano
    in un batter di ciglia

    la senti ancora quella scheggia!

    È diventata parte di te
    e ad ogni tocco il dolore ti lacera
    l'infezione è dietro l'angolo
    e la paura incatena ogni gesto

    la senti ancora quella scheggia!

    Ascoltala,
    estraila,
    osservala
    amala!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: chiararco

      Presenza lontana?

      Mai le nostre mani si sono sfiorate,
      Né il mio cuore ha udito la tua voce!
      Mai ho conosciuto le tue lacrime
      Né il colore del tuo sorriso!
      Eppure ora sei giunto nei miei sogni!
      Nel gelo di questa notte
      ho viaggiato verso di te
      Mi aspettavi con sguardo amorevole
      Di chi attende un ritorno
      Ma non era il mio!
      Sguardo basso e passo lento,
      immagine d'austerità ed orgoglio
      Il cigolio che mi penetra nel cuore
      E il suo profumo al mio risveglio.
      Composta lunedì 4 giugno 2012
      Vota la poesia: Commenta