Scritta da: Cristallina

Il temporale

Tuoni, lampi, fulmini
squarciano il cielo
soffi di vento alzano
polveri, carte e foglie di alberi
che paurosamente si piegano
e davanti al mio sguardo
grossi sassi
dal cielo vedo su di loro
con brutale forza scaraventare.

Ma d'un tratto la rabbiosa violenza
lentamente si placa.

Sebbene ancora il cielo pianga
le sue ultime lacrime
rasserenante,
mostra, in un abbraccio solare
un enorme arcobaleno di pace.
Chiara Libero
Composta mercoledì 19 agosto 2015
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di