Le migliori poesie di Cesare Pavese

Scrittore, poeta, saggista e traduttore, nato mercoledì 9 settembre 1908 a Santo Stefano Belbo, Cuneo (Italia), morto domenica 27 agosto 1950 a Torino (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Passerò per Piazza di Spagna

Sarà un cielo chiaro.
S'apriranno le strade
sul colle di pini e di pietra.
Il tumulto delle strade
non muterà quell'aria ferma.
I fiori, spruzzati
di colori alle fontane,
occhieggeranno come donne
divertite. Le scale
le terrazze le rondini
canteranno nel sole.
S'aprirà quella strada,
le pietre canteranno,
il cuore batterà sussultando
come l'acqua nelle fontane -
sarà questa la voce
che salirà le tue scale.
Le finestre sapranno
l'odore della pietra e dell'aria
mattutina. S'aprirà una porta.
Il tumulto delle strade
sarà il tumulto del cuore
nella luce smarrita.

Sarai tu - ferma e chiara.
Cesare Pavese
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Phantastica
    Lo spiraglio dell'alba
    respira con la tua bocca
    in fondo alle vie vuote.

    Luce grigia i tuoi occhi,
    dolci gocce dell'alba
    sulle colline scure.

    Il tuo passo e il tuo fiato
    come il vento dell'alba
    sommergono le case.

    La città rabbrividisce,
    odorano le pietre
    sei la vita, il risveglio.

    Stella sperduta
    nella luce dell'alba,
    cigolio della brezza,
    tepore, respiro
    è finita la notte.

    Sei la luce e il mattino.
    Cesare Pavese
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di