Scritta da: Arjan Kallco

La danza con le stelle

Ah, quanto amo la vostra
danza nel cielo
frammenti che non riposate mai
sempre in cerca d'amore.
Insieme fate invidia agli dei
insieme sconvolgete la vita
perciò nessuno vi accoglie
neanche la terra intenerita.
Sanno che sempre scappate
e non sono degni di voi
perché siete divine
e con gli umani non gemellate.
Fatemi un invito e vedrete
lassù con voi delirerò
eh, la capricciosa danza
come voi la ballerò.
Un ballo, un ballo soltanto
e poi per sempre me ne andrò
l'addio bussa senza sosta
perché con altre ballerò.
Sono diventato come voi
alle invidie non posso sfuggire
io son vivo tra i morti
spiriti prostrati per non perire.
Arriva la fine anche per voi
la morte crudele vi separa
con gli dei non c'è pace
pure da noi
la loro boria non vi risparmia.
Arjan Kallco
Composta nel 2007
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di