Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Antonio Prencipe

Studente, nato sabato 29 giugno 1991 a Mattinata Prov. FG (Gargano) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Antonio Prencipe

Questa morte che lenta e spietata arriva

Perché sei così bastarda?
Perché ti sei portata via anche il vento?
Sei arrivata lenta e spietata come le tenebre
e mi hai sconvolto la vita
Mi hai costretto a rimanere immobile
immerso nelle mie lacrime
Costretto a vivere di ricordi
Costretto a rinnegare un futuro privo di speranza
la speranza che tu me la riporti qui,
a passi lenti e astratti hai colpito il mio cuore
ai placato la mia sete d'amore
Hai lasciato che la rabbia s'impossessi della mia vita
Ora questa rabbia è il mio eterno
e unico dittatore
Ti sei presa la stella più bella
e la riposta al centro del cielo
Osservando il cielo la vedo
e una lacrima bagna e pervade il mio cuore
privo di luce.
Composta lunedì 21 giugno 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonio Prencipe

    Piccolo fiore

    Piccolo fiore
    non piangere
    anche il sole ti chiederà perdono
    Piccolo fiore
    resisti anche la notte ti sorriderà
    tutto finirà anche questo dolore ti chiederà scusa
    Piccolo fiore
    sei stata abusata
    sei stata condannata
    sei stata amaramente tradita
    Piccolo fiore
    sorridi
    non odiare questa vita
    tutto passerà
    Piccolo fiore
    una lacrima scende per te
    il mio cuore muore per te
    Piccolo fiore
    non lasciar spegnere i tuoi occhi
    non lasciare che il buio cada sulla tua giovane vita
    Piccolo fiore
    chi ha abusato di te non avrà pace
    chi ha abusato di te avrà la mia vendetta
    Piccolo fiore
    non lasciar morire i tuoi sogni
    per favore combatti e non ti fermare
    Piccolo fiore
    non preoccuparti il cielo ti sta vicino
    un'angelo veglia su di te
    Ti prego non smettere di sperare
    Le stelle s'illuminano per te
    Non aver paura la pace arriverà
    Il Paradiso Santificherà la tua verità.
    Composta venerdì 18 giugno 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonio Prencipe

      Piramidi nell'immenso

      Quelle notti svegli e sentirsi persi,
      Quei giorni scomparsi e poi ritrovati
      Quanta forza ci vuole per affrontare questa vita?
      Quanto coraggio ci vuole?
      Quanto dobbiamo combattere ancora?
      Non si possono rincorrere Albe depresse
      e sere abbandonate in quel vortice di rabbia e paura
      Dei e Santi che osservano il nostro cammino
      senza aiutarci,
      Lo faccio per me
      ora lo so,
      Questa vita ha voglia di combattere
      ma non posso immaginare un'altra guerra qui,
      Il mistero della vita perseguita la mia anima
      Quanti traguardi devo superare senza sperare
      La notte è buia non si vedono nemmeno le stelle
      Il giorno è lontano non intravedo nemmeno il mare
      Con grande coraggio affogo nella luna
      Squarcio orizzonti e catturo sogni
      Questo cielo non vuole tramontare
      Nel paradiso non ci sono più posti liberi
      Volare e perdersi nell'immenso dolore di un sospiro nel vento
      Anche le tenebre ci chiederanno il conto
      e l'inferno non lascerà nemmeno la mancia
      Ho costruito piramidi nell'immenso e arcobaleni nel deserto.
      Composta giovedì 17 giugno 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonio Prencipe

        Vita

        Vita, perdonami se ogni tanto ti ho tradito
        Vita, non aver paura se provo a cambiarti
        Vita resta li,
        faccio un salto in paradiso
        Vita, non cercare un'altra verità
        Vita, perdonami se qualche volta ho desiderato sprofondare
        nel mare
        Ascoltami perché qualche volta ho avuto paura di te
        Ora
        non aver paura dei miei sbagli
        non aver paura delle mie sofferenze
        Ho perdonato il cielo
        anche le stelle lo sanno
        anche gli angeli hanno santificato il tuo nome
        anche l'inferno ha chiesto il tuo perdono
        Mi hai fatto del male
        Mi hai reso incosciente
        Ti sei fatta odiare
        e anche se mi hai ucciso più di una volta
        non posso fare a meno che amarti
        e perdonarti perché tu vita sei la guerra
        che vorrò sempre combattere e mai perdere.
        Composta mercoledì 16 giugno 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Antonio Prencipe

          Bisogno di te

          Sei tu il mio sbaglio più bello
          sei volata in cielo
          senza avvisare
          Sento ancora il tuo odore sulla mia pelle,
          Sei troppo importante per me
          e anche se,
          sono costretto
          a soffrire ogni secondo della mia vita
          per il semplice e naturale bisogno di te
          sbaglierei ancora, ancora e ancora
          perché l'emozione che mi regala
          ogni tuo ricordo nemmeno il mare
          potrà mai spegnere.
          Composta martedì 15 giugno 2010
          Vota la poesia: Commenta