Virgilio

Poesie di Antonio Cuomo

Commerciante, nato venerdì 4 febbraio 1966 a Salerno (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Vorrei essere calore per ogni tuo inverno.
Vorrei essere la luce delle tue oscurità.
Vorrei essere l'amore che batte nel tuo cuore.
Vorrei essere la vita nuova, quando la morte si annida nell'anima.
Vorrei essere il tutto che si porta via il nulla.
Vorrei essere l'alito di ogni tuo respiro.
Vorrei essere tempo quando ti rimangono gli istanti.
Vorrei essere quiete nel baccano assordante.
Vorrei essere con te ovunque tu sarai.
Vorrei essere malinconia di un'assenza.
Vorrei essere un momento che rimane eterno.
Vorrei essere questo per te, se solo potessi.
Antonio Cuomo
Composta venerdì 6 settembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Commenti:
    2

    Sei tu...

    Una tremula voce è il ricordo di te...
    il tuo viso tra queste mani stanche,
    il tuo corpo stretto dentro il mio abbraccio fino a farti male...
    il suono dei pensieri non detti, parole appena sussurrate dinanzi alla paura... la paura di perderti, tu che mi hai istupidito il cuore,
    tu che mi hai preso l'anima e ora quello che mi manca sei tu
    in questo mondo di rumori, di silenzi, chissà... se mi pensi.
    Amore parola senza significato per me... no,
    non puoi essere l'amore. Tu, perla rara... preziosa anima.
    Sei più del mio desiderio, sei oltre la vita...
    tu, sei l'eterno mio dolore, sei un male terminale,
    tu sei il mio esilio, sei il mio carcere,
    non voglio altro cerco e chiedo solo di te...
    star adagiato timidamente sul tuo cuore quello è il mio paradiso,
    niente voglio il mio tutto ora sei... Tu.
    Antonio Cuomo
    Composta mercoledì 21 marzo 2012
    Vota la poesia: Commenta

      SeiTu...

      Una tremula voce è il ricordo di te...
      il tuo viso tra queste mani stanche,
      il tuo corpo stretto dentro il mio abbraccio fino a farti male...
      il suono dei pensieri non detti, parole appena sussurrate dinanzi alla paura... la paura di perderti, tu che mi hai istupidito il cuore,
      tu che mi hai preso l'anima e ora quello che mi manca sei tu
      in questo mondo di rumori, di silenzi, chissà... se mi pensi.
      Amore parola senza significato per me... no,
      non puoi essere l'amore. Tu, perla rara... preziosa anima.
      Sei più del mio desiderio, sei oltre la vita...
      tu, sei l'eterno mio dolore, sei un male terminale,
      tu sei il mio esilio, sei il mio carcere,
      non voglio altro cerco e chiedo solo di te...
      star adagiato timidamente sul tuo cuore quello è il mio paradiso,
      niente voglio il mio tutto ora sei... Tu.
      Antonio Cuomo
      Composta mercoledì 21 marzo 2012
      Vota la poesia: Commenta

        Lettera a Dio...

        Mio Immenso Signore,
        Sovrano dell'universo,
        Dio di tutto il creato...
        dinanzi a Voi mi prostro
        Su un tappeto di spine mi distendo
        Ogni sofferenza impartita, accoglierò
        Vi Chiedo di ascoltar la mia supplica
        Io mamma disperata invoco la Vostra clemenza...
        La mia umile richiesta:
        "Ridonami il sorriso del mio angioletto"
        Non portatelo lontano dalla sua famiglia
        Rinunciate a lui... Vi supplico!
        Voi avete un paradiso gremito di angeli
        Io al mondo non ho che lui
        Donatemi il sorriso dei suoi dolci occhi.
        Qualcuno ha scritto:
        "Ogni bimbo che nasce è la speranza del mondo che rifiorisce".
        Lui è la rinascita del mio cuore
        È il regalo più bello...
        Desiderio del mio amore
        Comprendete il mio dolore
        Non spezzate il mio bocciolo
        Lasciatemi accarezzare dalla sua dolcezza
        Della sua essenza... lasciatemi respirare
        Per me è... Vita.
        Donatemi il suo abbraccio
        Lasciamelo coccolare e amare
        Per tutto il tempo a me reso...
        Non lasciatemi nel baratro
        Sofferenza che non ha fine
        Accendete i suoi sensi...
        Illuminate i suoi occhi
        Mi affido alla Vostra clemenza
        Signore misericordioso... Vi Amo
        Una mamma.
        Antonio Cuomo
        Composta mercoledì 8 febbraio 2012
        Vota la poesia: Commenta