Poesie di Antonino Gatto

Libero professionista, nato martedì 16 maggio 1972 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Antonino Gatto

Le Stagioni della Vita

Sei venuto al mondo vestito solo della tua nudità,
ed hai affrontato il cammino, con la testa rivolta all'insù.
Imparando a gattonare come un bimbo
e poi a lasciarti cadere, come una foglia al vento
negli autunni della vita.
Ti sei rialzato e hai mostrato tutto il tuo splendore,
nei lunghi anni delle nostre primavere,
Hai catturato la rugiada della notte,
per poi lasciarla cadere come pioggia
nei tuoi brevi momenti di malinconia.
Hai vissuto di emozioni, e mi hai emozionato,
insegnandomi a resistere alle correnti gelide dell'inverno
che hanno cercato di penetrare la mia corteccia.
Il meglio di te, lo hai lasciato sulla terra,
e da quel seme sono cresciuto,
come frutto delle tue esperienze
e la mia vita dipenderà
dal mio desiderio di dissetarmi
alla fonte delle tue parole.
Un giorno d'estate,
mentre viaggiavi con la mente
nell'oceano infinito dei nostri ricordi,
un forte vento ti ha portato lontano,
chiudendo le palpebre del tuo viso,
e spegnendo il sorriso di un uomo
che porta con sé, il profumo di prati in fiore
e la gioia nel cuore di un grande Amore!
Antonino Gatto
Composta domenica 27 settembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonino Gatto

    Il potere delle parole

    Come burrasca nel deserto, possono diventare
    tempesta in cielo aperto, ricche solo di sale,
    le parole sprecate tanto per dire,
    senza essere contate, senza pensare.

    La vita stessa è fatta di parole
    ve ne sono di belle, che nascono dal cuore
    per portare il sorriso sul volto della gente,
    che ha sete di amore, ma vive indifferente.

    Famiglie distrutte per una parola di troppo
    per aver risposto ad uno sporco ricatto,
    lacrime di bimbo che gridano perdono,
    soffocate dalle liti, in un grande frastuono.

    Parole sacre di profeti lontani,
    seguite a rigore, da pochi esseri umani,
    che insegnano il bene, e proclamano il perdono,
    come dottrina per un mondo, un poco più buono.

    Ognuno le ascolta, e ne dice di altre,
    alcune trascritte in un opera d'arte,
    le pessime avranno la vita di un'ora,
    le altre saranno impresse a memoria.

    Viviamo in un mondo in costante mutamento,
    avvolti dalle onde, dall'asfalto e dal cemento,
    senza pensare che la famiglia in cui cresciamo
    è frutto soltanto delle parole che diciamo.
    Antonino Gatto
    Composta venerdì 11 settembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonino Gatto

      Vorrei

      Vorrei parlarti guardandoti negli occhi,
      ed entrarti nell'anima,
      con lo stesso sottile tepore
      che hai usato tu per entrarmi nel cuore.
      Vorrei averti accanto, ed immaginare le mie notti
      abbracciando il tuo respiro,
      ascoltando il tuo battito,
      sfocandoti nel giorno e ritrovandoti nel sogno.
      Vorrei perdermi nel desiderio di una vita insieme,
      uniti nel destino,
      vicini nel cammino.
      Mostra al vento le tue emozioni,
      e maldestro complice
      le porterà da me!
      Antonino Gatto
      Composta venerdì 11 settembre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di