Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Bramante

Valzer eterno

Un attimo da sogno, fra i ricordi,
corre a ritroso a un vecchio paradiso,
rimbalza dal tuo cuore palpitante
e ondeggia fra lo stomaco e la mente.

Nella tua testa, eterni, dolci istanti,
danzano un valzer di malinconia.
Nella tua vita, ormai, ti son compagni,
di algide sere che non hanno stelle.

La pelle tua, vestita di speranza,
vibra di nuovo di carezze antiche
e senti ancora le sue labbra miele
su quelle tue, che invece, san di sale!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Fiammetta
    Per favore,
    rivelami come posso dimenticarti;
    come posso non pensare a te,
    quando anche solo la tua schiena mi fa fremere.
    Ti prego insegnami,
    perché sono arrivata a un punto di non ritorno.

    Speravo che il tempo servisse.
    Mi sbagliavo.
    Speravo che la distanza aiutasse.
    Ma tempo e distanza ti fanno solo desiderare di più.

    È bastato uno sguardo
    Con quei tuoi occhi dolci e,
    tutto è tornato come prima;
    È bastato uno sguardo e,
    quando ti vedo davanti a me
    non voglio far altro che baciarti.

    Le tue labbra piene e passionali.
    La tua schiena imponente e perfettamente disegnata

    Voglio averti,
    ma non mi è permesso.
    Mi hai rifiutato e,
    senza un perché.

    Vorrei che tutto finisse
    Vorrei che ogni cosa fatta o detta
    Si cancellasse dal mio passato.
    Non voglio soffrire più
    Desidero un amore
    Che non sia il tuo.
    Desidero un mondo
    Che non ti ricordi.

    È così maledettamente confuso:
    Desidero una cosa,
    Ne voglio un'altra.
    Ti penso.
    Ti sogno.
    Ti amo.
    Di un amore eterno,
    per sempre non corrisposto.
    Composta domenica 25 marzo 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: giuliettix98

      Sospiro raro

      Sola nella primavera,
      sola nel vento
      che mi scompiglia i capelli
      Sola nel segreto
      che stringo al cuore
      Sola, semplicemente sola
      in balia dei miei pensieri.

      Passo dopo passo
      nei ricordi
      Sospiro dopo sospiro
      nei sogni
      Fuggo dalle strade e dalle sue
      grida grigie
      che mi riempiono la testa.
      Guardo il cielo terso
      impregnato di un candido
      celeste,
      intarsiato di nuvole,
      luminoso e calmo,
      come me.
      Respiro quell'aria rara,
      passeggio nel silenzio
      della bellezza.
      Mi sento sola
      come vorrei.
      Il sole mi riscalda la pelle
      il vento la solletica.
      I rumori se ne vanno:
      non li sento,
      anche se ci sono.
      Un silenzio che batte il frastuono,
      la solitudine a sostituire i pensieri.
      Tutto
      intorno a me si muove,
      ed io resto ferma
      davanti al giorno che passa.
      Non un alito,
      non un sospiro,
      nessuna voce
      fuori dal coro.

      Mi sento sola
      come dovrei.
      Voglio essere
      sola
      in quella calda primavera,
      senza nessuno
      che mi riempie di parole.

      Passo dopo passo
      nel silenzio,
      disprezzando il mondo
      che gira veloce.

      Mi perdo dentro di lei:
      in quella che aspetto da mesi,
      nel sabato dell'anno,
      nel celeste del suo cielo,
      nel verde della sua natura,
      nel vento del suo essere.

      Cammino nel tuo calmo,
      silenzioso,
      unico
      e raro
      sospiro.
      Composta mercoledì 28 marzo 2012
      Vota la poesia: Commenta