Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Nastjia

Viaggio nel buio

Pensi che il sole illumini la vita,
non è vero, esiste un sole nero.

Pensi che un fiore rallegri la vita,
non è vero, esiste un fiore nero.

Pensi che un sorriso sollevi la vita,
non è vero, esiste un ghigno nero.

Ci vuole coraggio per guardare nel buio.
Perdono il tuo oltraggio, mosso dalla paura,
mi allontano da chi non potrà avere di me buona cura.

Ma ricorda:

Non teme il nero chi conosce la via,
ti avrei tenuto per mano
mostrandoti la luminosa scia.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: seilion

    la politica e i politici

    La politica, dovrebbe essere
    il motore per una nazione,
    i politici, sono quelli che rubano
    le risorse di una nazione.

    La politica, dovrebbe premiare gli onesti
    e punire i disonesti,
    i politici, fanno le leggi per proteggersi,
    perché sono loro i disonesti.

    La politica, dovrebbe dare assistenza e curare
    i suoi cittadini,
    i politici, è li, che creano il loro potere
    per fregare meglio i cittadini.

    la politica, dovrebbe combattere

    il lavoro nero,
    i politici, ricevono le mazzette dalle imprese
    che fanno lavorare in nero.

    La politica, dovrebbe combattere
    mafiosi e delinquenti,
    i politici, come fanno a farsi la guerra,
    se sono loro i mafiosi e delinquenti.

    La politica, dovrebbe essere la rappresentanza
    delle personalità migliori,
    i politici, sono la feccia,
    la rappresentanza delle personalità peggiori...
    Composta lunedì 14 maggio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: il mondo perfetto

      Quelle labbra amiche

      Avevi rubato
      Alle labbra amiche
      Un verso di Sandro Penna
      Il broncio e un po' di saliva,
      Quello ti rimase
      Dopo quel bacio
      Su cui avresti riflettuto e scritto.
      Avevi depredato alle labbra carnose
      Un post it di amori perduti
      Le lingue e un po' di imprudenza
      Quelle ti rimasero
      Dopo quell'addio
      Con cui avresti corso e ansimato.
      Nei treni tiepidi e soporiferi
      Viaggiatori dagli occhi chiusi
      Lasciano tutto l'audio
      Alla ferrovia e alle terre annuvolate.
      Composta venerdì 26 ottobre 2012
      Vota la poesia: Commenta