Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Nastjia

Notte tormentata

Anime dannate siamo,
l'oscurità è il nostro divenire.

L'orrore si cela nel silenzio sordo degli ultimi.

La rabbia dimenticata accende gli occhi,
sinistro bagliore diviene:

in questa notte di spettri erranti
urla il dolore che trafigge la mente.

Agghiacciante la paura tutto domina
e tutto consuma.

Veglio il lume del mio niente
canto ignoto della ragione
che candela al vento,
vacilla.
Composta mercoledì 10 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta

    Scoprii

    Scoprii che eri vento, caldo e leggero, e mi feci sabbia
    perché mi trasportassi ovunque volessi trovare pace

    Scoprii che eri sole, che inaridisce e sgretola, e mi feci acqua
    per dissetare la terra che volevi bruciasse

    Scoprii che eri fuoco, che implacabile incenerisce, e mi feci pietra
    per sfidare e vincere la tua rabbia

    Scoprii che eri spina, che ferisce e infetta,
    e mi feci unguento che sana e ristora

    Scoprii che eri paura e mi feci coraggio
    per coprirti di certezze e svelarti il mio nome.
    Composta mercoledì 28 agosto 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: occhigialli

      Ossessione

      Crogiolarsi nella malinconia,
      pensieri ossessivi
      attraversano la mente.
      Sguardo che guarda,
      ma non vede.
      Risposte date senza sentire.
      Cuore sanguinante
      senza sentimenti.
      Una figura si dondola
      al ritmo di una musica,
      come un pupazzo.
      Uno scaccia pensieri
      che si muove col vento,
      scandisce il tempo che passa.
      Bambola di pezza con occhi vuoti
      abbandonata al suo destino,
      muta, racconta la sua vita.
      Un bicchieri vuoto
      come vuota l'esistenza
      che se ne va!
      Composta domenica 25 agosto 2013
      Vota la poesia: Commenta