Uguale a lei

Avrei voluto perdermi nei tuoi occhi per poi fermare il tempo, annullando l'inverno di questa lontananza. Non esiste distanza tra i nostri respiri anche se quello che tu vivi non mi appartiene, anche se nelle nostre vene scorrono ricordi che sono differenti. Quello che conta veramente sono le emozioni vissute insieme e poi l'amore, tutto l'amore che il nostro cuore ancora grida.
Anonimo
Composta venerdì 6 novembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Runa

    Che quasi non ricordo di te

    Quasi ho dimenticato il tuo volto
    che mi appariva come mantello della notte
    come rugiada cristallizzata di sogni
    che quasi ho dimenticato come batteva forte il cuore
    non ho avuto il tempo
    di contaminartelo nella memoria
    mi sei passato a fianco come un lampo di fuoco spento
    squarciandosi negli occhi
    che oggi si chiedono di cosa lacrimeranno ancora
    nei nuovi giorni a venire
    tremerò nel nuovo percorso inconscio
    la natura di certo sarà clemente
    con la stanchezza del mio volto
    ricamandomi fra le rughe la nebbia
    mi abbandonerò allo stretto sorriso
    che ancora le mie guance
    avranno la forza di affrontare
    come fruscio di vento freddo
    che mi ricorderanno le tue carezze.
    Anonimo
    Composta giovedì 5 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta

      Notte senza fine

      Pioggia sulle mie lacrime
      di un'infanzia senza nuvole
      gioventù senza più regole
      raccolgo le briociole
      di affetto prematuro
      gioventù senza futuro
      resto nel mio limite
      del tutto imprescindibile
      ego calpestabile
      un amore esile
      un'umiltà ormai debole
      e tenue...
      cresce il mio pensier
      di rimanere libero
      lontano da ogni stimolo.
      Anonimo
      Composta lunedì 2 novembre 2009
      Vota la poesia: Commenta

        Se...

        Se i sogni avessero un colore sarebbero Verdi,
        come la speranza, la speranza di realizzarli;
        se l'anima avesse un colore sarebbe Azzurra,
        come il cielo perché come il cielo anche l'anima è infinita;
        se il dolore avesse un colore sarebbe Nero,
        come il buio, il buio che si prova nei momenti di sconforto;
        se la gioia avesse un colore sarebbe Gialla,
        come il sole perché la gioia, come il sole, ci illumina e ci riscalda.
        Anonimo
        Composta venerdì 30 ottobre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di