Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Pablo L.

E penso ancora a te

Profumo di mare da una finestra sconosciuta
Un ricordo fugge dalla porta mentre una speranza invade la stanza
E penso ancora a te
Sarà la brezza che porta i tuoi occhi?
Un respiro profondo e cado giù
Ubriaco senza aver bevuto
Stanco di camminare, provando a correre
E penso ancora a te
Sarà che ho tanto aspettato, che molto ho sbagliato
Poi rido, rido di me.
E penso ancora a te
La tua pelle bianca è il sogno perfetto
Il cammino ideale che porta al tuo seno
Al tuo ventre morbido dove trovo un rifugio sicuro
Chiudo gli occhi e ti cerco vicino a me
Ma tu non ci sei, io rido di me
E stranamente, sarà il cuore, la mente o od un brivido
Io, penso ancora a te.
Composta sabato 19 aprile 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anonim
    Anche la luna impallidisce al tuo bel viso,
    occhi glaciali bagnati d'argento.
    Al tuo solo vagar,
    le muse del parnaso cantano in festa.
    Sei bella come la notte,
    che accarezza delicatamente il mio giaciglio.

    Ti prego,
    possiedimi anche se ho il tuo stesso corpo,
    possiedimi anche se ho le tue stesse paure
    e fammi morire,
    perché è tutto ciò che mi resta,
    in questo oceano di silenzi.
    Vota la poesia: Commenta