Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Nastjia

Viaggio nel buio

Pensi che il sole illumini la vita,
non è vero, esiste un sole nero.

Pensi che un fiore rallegri la vita,
non è vero, esiste un fiore nero.

Pensi che un sorriso sollevi la vita,
non è vero, esiste un ghigno nero.

Ci vuole coraggio per guardare nel buio.
Perdono il tuo oltraggio, mosso dalla paura,
mi allontano da chi non potrà avere di me buona cura.

Ma ricorda:

Non teme il nero chi conosce la via,
ti avrei tenuto per mano
mostrandoti la luminosa scia.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anonimo

    Tradimento

    Tace tenebrosa,
    in lacrime si chiude,
    la tua anima giocosa.
    Male
    e paura che assale,
    la coscienza,
    incatenata e sporca,
    perché di male
    ne ho fatto solo a me.
    Mi osservi e non capisci,
    non sai
    che guardandomi ancor più mi ferisci,
    il mio io,
    egoista d'arte,
    non volevo mai,
    oggi sola,
    con un piede il due scarpe.
    Una parola m'infastidisce,
    verità,
    così il dubbio finisce,
    mi facilito un po',
    guardando la menzogna che la sostituisce.
    Avrai tradito con cuore
    forse,
    tra tentazione e ardore,
    a far dispetti a chi,
    ti dona l'amore.
    Mai ammesso con parole,
    occhi vedono
    lo sguardo fuggevole,
    poi si spengono,
    lasciando posto all'unica salvezza,
    il perdono.
    Composta giovedì 28 novembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Hannele
      Non sei ma rimani
      Non puoi ma ti tengo
      Non vuoi ma ti spingo
      Non ti ho ma ti voglio.

      Non sei ma ti sento
      Non sei ma ti vedo
      Non sei ma ti odo
      Non ti ho ma ti voglio.

      Un'illusione perenne:
      ti silenzio, ti reprimo
      ma resti inerme e solenne.
      Non sei ma batti.

      Batti feroce fugace
      improvviso disarmante
      tenue sorprendente
      dolce devastante.

      Batti in un cuore freddo
      Batti in un corpo steso
      Batti in un sogno caldo
      Batti in un fuoco acceso.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Apollonia Nessuno
        Veste di gioia un volto senza storia.
        Perché nato sotto le sue fortunate spoglie
        Mai ha dovuto urlare per comunicare le sue gioie
        Perché di tanta bellezza era ricoperto
        E lo sguardo di deboli occhi
        Incantava narrando presunte storie di vento.
        Oh perché dunque mi lascio ingannare da te bellezza,
        apri la tua florida bocca e non ascolto
        ciò che sussurri
        perché mi basta solo guardarti
        per il cuore incendiarmi.
        Ingiusta sei Bellezza
        Poca fatica recherai a chi da te sarà vestito
        Perché viviamo in un mondo immaginario
        Dove tu bellezza siedi su un trono fatto di pezza.
        Non sappiamo chi sei Bellezza
        Non puoi essere un trucco che dipinge le labbra di rosso, no!
        Non una pelle che da macchine artificiali di color ebano sarà baciata, no!
        Sarai la Vanità di chi ti veste e quindi di sicurezza e orgoglio la tal anima investe?
        No...
        Bellezza non sei tutto ciò.
        Dimmi oh bellezza che ancora nessuna bianca mano ti ha raggiunta
        E resterai ancora tra le Volte Celesti, sorridendo beffarda di chi crede di averti raggiunta
        E avuta.
        Non vedo attorno a me nessuna persona o semplicemente essere umano che ha racchiuso in sé il tuo segreto.
        Ti vedo forse nel fascino di un tronco di quercia
        O nelle sfumature d'Oro delle foglie su un prato d'erba
        Abbandonate così
        Come le mie gloriose e utopiche sensazioni.
        Vota la poesia: Commenta