Scritta da: Anna De Santis

Sicura di niente

Travolta la mia vita
in un solo giorno
come un fiume in piena tu.
È bastato un bacio e le tue mani sui miei fianchi
un amore che mi manchi
che non fa dormire
non fa respirare
desiderio di te che fa impazzire.
Sicura di niente, me l'hai detto chiaro
e quel non posso, detto a mezza voce
mentre respiravi sul mio seno
non lo scordo mai
quel non riesco, non merita il mio male.
Ed ho accettato tutto
cuore distrutto che seguita ad amare
con il senno di poi
ma inutilmente penso
che potrò dire basta
ma quando sei qui è tutto quello che mi resta...
posso tentare, ma tra le tue braccia non posso
e quel niente che puoi darmi
già è tanto
e quando dentro e fuori ti sento addosso
mi sento viva e ciò mi basta.
Travolgi pure la mia vita
sarà un momento o sarà per sempre
questo sicura di niente
forse sarà la pena per questa mia pazzia.
Anna De Santis
Composta nel 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    In te

    Sorpresa per una subitanea resa
    solo per i tuoi occhi
    presa dalle tue movenze
    dalle pieghe del tuo viso
    In te si perde il mondo...
    Continuo a chiedermi dove
    in altro posto non potrei mai stare
    prima di stringerti e di amare
    in te si ferma la mia vita
    e ricomincia la mia aria.
    Solo nel tuo sorriso
    sciolgo il mio pianto
    ed è quello della felicità
    per averti accanto.
    In te ripongo la speranza di un sogno
    e tutto quello che potrai darmi... ti darò
    come promessa
    Donna che con te diventa
    e non è più la stessa
    Sarò con te per te dove mi vorrai
    ed il tempo che lentamente passerà
    sui nostri giorni
    ci troverà ancora qui
    dove ci siamo trovati un giorno
    tanto tempo fa.
    Anna De Santis
    Composta nel 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Eppure sono

      La vita un giorno mi ha voluto fermare
      troppo trascuravo
      dovevo guardarmi dentro
      e fermarmi a pensare.
      Ho sofferto tanto dietro una finestra
      contando i giorni e sperare ancora
      ma tutto inutile e qui resta.
      Decidevano tutti per me
      e non l'avevo chiesto
      chiedevo un regalo ed ho capito
      che in qualche modo sono adesso
      quello che volevo diventare.
      Libero di pensare
      anche se non posso correre e camminare
      ho il certo, quello che mi è rimasto accanto
      con amore immenso, ho ringraziato Dio.
      Il tempo e le catene, che mi tengono prigioniero
      mi hanno dato la sensibilità
      che mai potevo avere
      ho tutto il tempo che voglio
      e tanto da dedicare
      per lo meno non sono contornato da bugie
      e chi mi vuole e mi guarda è amico mio
      ed è amore quello che vicino ogni giorno
      si sveglia con me e mi saluta al ritorno
      forse per tutti è niente
      ma qui fermo a pensare
      per me è la vita e me la voglio godere.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Rosa tra i sassi

        Una mattina di aprile
        volle scaldarsi al sole
        nata tra i sassi senza colore
        Intorno tutto da scoprire...
        Non si era accorta che intorno
        natura era morta
        ed ora con primavera alla porta
        tutto rinasceva.
        Si trovò da sola
        lontana dal suo ramo
        fece capolino in un mondo strano
        tra i sassi freddi senza calore
        si guardava intorno
        e non vedeva dove...
        Forse non era il suo posto
        si sentiva schiacciare
        una mano sposta un sasso
        libera finalmente
        quasi a ringraziare
        quella posizione non le permetteva di respirare.
        Ad un tratto si sente strappare...
        Come vita ti lascia
        come morta si accascia.
        Meglio a volte non respirare tra i sassi
        e vivere protetta
        che tradita da chi ti vuol salvare.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Soli

          Dove... incontreranno le lacrime
          i nostri occhi e le nostre solitudini
          tu di me hai voglia
          ed io di te ho bisogno
          cosa potrà colmare quest'ansia
          che ci fa sentire soli...
          Forse ci sarà un posto
          dove troveremo un fiore
          ancora per noi si accenderà il sole
          su questi giorni senza speranza
          e darà colore alle nostre vite
          separate da questa maledetta distanza.
          Forse anche per noi
          ci sarà un domani insieme
          e niente mi fermerà
          nemmeno il tempo che passa
          avrò cura di te
          foss'anche per un giorno
          perché di me hai bisogno.
          Con i capelli bianchi
          aspetterò quel momento
          finirà finalmente tutto questo tormento
          uniremo le nostre solitudini.
          Anna De Santis
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di