Scritta da: Anna De Santis

È sera...

E viene sera dietro a questi vetri
ormai da tanti giorni
in questa stanza si perde la speranza
di vedere ancora l'alba.
Dentro, avvolto in bianchi lenzuoli
che confusi con il violaceo pallore
ti fanno ancora odiare quello che è certezza.
Quello che era un uomo
è diventato un corpo inerme
che non ha più spazio né voglia
né forza né pensiero
ancora qualche parola a stento pronunciata
ed io curiosa avvicino l'orecchio per sentire
l'ultimo suo dire...
Ogni minuto è regalato, ogni ora
ma prego che non soffra
e questo mi fa desiderare che venga ancora un'altra sera.
Il cielo avrà bisogna poi di un'altra stella.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Speranza

    Ogni minuto una vita
    ogni parola mille volte udita
    eppure tanto desiderata
    una speranza vana non accettata
    quella funesta sentenza
    per sempre dalla mente allontanata
    devi fare i conti con gli anni, con i vari malanni
    Papà che tutto mi sei stato
    maestro ed unico mio mito
    amore che neppure provi, anche se cerchi e trovi
    sempre credi che si assomigli ma non basta mai.
    E tutto viene a mancare
    ma tu resta ancora ti prego non te ne andare
    non ci stanchiamo di parlare
    raccontami ancora abbracciami forte... dimmi una parola
    cosa non ci siamo ancora confidato
    uomo giusto e senza peccato
    forse Dio ti vorrà lassù
    e dunque ti ha chiamato
    senza sapere che qui servi ancora
    non hai mai finito... ed ora...
    se ne è andata anche l'ultima speranza.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      E guerra sia

      Finita è già da un pezzo
      ma sembra che non te ne sia accorto
      né armi hai mai deposto
      e cerchi di ferirmi ancora
      incontrarmi e mettermi contro il muro
      non capisco mai cosa ti spinge
      a questo sfidarmi sempre
      Inutile è questo tuo belligerare
      quando sai che son parte lesa
      totale alle tue carezze è la mia resa
      mi offendi sempre e poi fai presa
      e dentro la mia carne ancora infierisci
      non provi dolore
      sarò per sempre solo e soltanto io a morire....
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Quasi sera

        Improvviso il colore si offusca
        e quel timido sole che pieno faceva quel cielo di luce
        ora manda su nuvole ancora affannate
        accennati bagliori.
        In un attimo tutto si placa
        e la luna si adegua
        in un angolo in mezzo alle stelle
        e nel buio sparisce il contorno del monte
        e la sera si estende
        e dà vita all'immenso dove il guardo si perde
        e non trova misura.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di