Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Uguali per via

Son solo fantasmi
e d'uomo è rimasta parvenza.
Uguali per via,
camminano senza guardarsi
e passano l'uno dentro l'altro
son solo ectoplasmi.
Sparire senza esser conosciuti,
tutti lenzuoli, uguali per via.
Io guardo, da lontano,
senza mischiarmi al gregge che avanza,
con gli stessi pensieri,
senza desideri,
soltanto illusioni,
e non vedo differenza,
sono uguali per via.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Cassetti di vita

    Quel che avevo riposto
    in maniera perfetta,
    in cassetti mai aperti,
    precisi di vita,
    è stato sconvolto da mani sapienti,
    sudate, da mani forti e volitive
    cercando, cercando...
    han trovato segreti nascosti,
    mai nemmeno sognati,
    scoperte appaganti
    un piacevole disordine,
    non più fisse maniacali
    e buoni proponimenti.
    Lascerò che le tue mani
    frughino nei miei cassetti...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Io e la storia

      La nostra vita va avanti da sé,
      passato e presente si fondono
      in un unica memoria:
      è la storia.
      Avanza sulle nostre teste,
      ci piega, ci guida, ci sfida...
      è inutile poi contrastare,
      non dà tempo di pensare,
      và avanti per conto suo.
      Ti giri poi indietro
      e non hai partecipato a quel che è capitato,
      comunque la pensi;
      testimone lo sei stato,
      ma ormai tutto è passato,
      ed anche nel presente
      non conti proprio niente.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Io e mio fratello

        Vive gocce di un unico sangue
        che fecondo si è sparso,
        ha dato in terra germogli di noi.
        Annaffiati con lacrime,
        attenti quando il sole era alto,
        pronti a proteggerli
        da venti e tempeste.
        Sempre insieme,
        e quando abbiamo a noi tutt'intorno,
        c'è sempre un ritorno,
        anche lontani siamo stretti dall'amore
        che un unico seme nel grembo ci unì.
        Vota la poesia: Commenta