Scritta da: Anna De Santis

Fine cristallo

Maneggiare con cura,
perché fine cristallo
ed ho scelto per te sempre acqua pura.
Ma tutti han bevuto dal calice,
non me ne sono mai accorta
e l'ho sbattuto in terra.
Ora è in mille pezzi taglienti,
che ancor brillano,
ed ho pestato con rabbia le notti passate,
i ricordi, le nostre giornate,
le lacrime versate
e gocce di te.
Ma ancor brilli in frammenti di fine cristallo
e fai male.
Ancora una volta ti ho raccolto;
ma dappertutto ho ferite...
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Il vecchio

    Un vecchio seduto, con la sua solitudine,
    le spalle ricurve, lo sguardo ormai assente
    e tutto si sente il peso degli anni.
    Aspetta qualcuno.
    Il tempo nemico, ha affannato il respiro,
    ha spento il sorriso, è un uomo smarrito,
    tutt'intorno silenzio... non può più sentire.
    Ad un tratto qualcuno, gli tende la mano,
    c'è un bimbo.
    La palla, il rosso capello,
    e tira il suo ombrello,
    negli occhi ormai stanchi ricordi lontani,
    un vecchio carillon, il suo suono è magia,
    e foto sbiadite, un mondo di fate
    le favole... non sono ancora finite.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Non ti scorderò mai

      Ci sarai sempre quando avrò paura
      quando mi cimenterò
      in una nuova avventura.
      Porterò sempre un tuo ricordo,
      un amuleto forse
      posto nelle mie mani
      e le tue parole:
      Attenta amore, sola rimani,
      corri incontro alla vita
      ma voltati a guardare
      tutto il tuo passato.
      Tu sai quanto ti ho amato,
      ti basterà per il resto dei tuoi giorni
      tutto il mio amore,
      anche quando sarai sola
      portalo nel cuore.
      Non lasciar andare mai via i ricordi,
      seguiranno ed arricchiranno la tua storia.
      Andrò via da te
      e quando più non ci sarai.
      Mamma non ti scorderò mai.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        La mia certezza

        Un intesa di sguardi,
        di promesse fraintese,
        di desideri e morbide carezze,
        rubate
        in tempi imposti e segreti posti.
        Solo noi alle nostre voglie
        abbiamo le risposte
        e a quello che la vita ci toglie,
        poco da provare,
        ma intensi attimi d'amore,
        nascosti noi, in luoghi angusti
        e mai nei tempi giusti.
        Verrò a cercarti ancora ed ancora,
        e tu vorrai sempre e sempre le mie carezze,
        amore vivo, dentro questo cuore,
        queste sono le nostre certezze.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di