Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Ancora non sai volare

Non agitarti tanto,
che ali tu non hai
non puoi ancora volare,
impara a camminare, a pensare
di tutta la tua vita
che cosa ne vuoi fare...
Devi ringraziare chi ti ha dato amore,
chi ti ha insegnato a piangere e a gridare.
Chi ti ha visto nascere e crescere,
insegnato ad amare,
ti ha lavato con lacrime, asciugando il dolore,
ti ha donato una vita,
con immenso amore.
Ora vuoi andare lontano,
senza pensare al suo cuore,
soffrirà da morire,
perché di certo sa, che non sai ancora volare.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Sei nell'aria

    Ancora sento la tua voce,
    non voglio capire,
    ma hai lasciato tracce di te nell'aria,
    e continuo a morire.
    E mi invento i contorni,
    sono anima persa, aspettando che torni.
    Io ho bisogno di te,
    ho bisogno di aria,
    troppo tempo è passato
    ma sei qui nel mio cuore,
    perché mi hai lasciato?
    Io più non respiro,
    ho bisogno d'amore
    ma non voglio pensare,
    che non vuoi più tornare.
    Ho bisogno di te,
    ho bisogno di aria,
    o mi lascio morire.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Er gatto e er topo

      Disse un giorno er topo ar gatto,
      facciamo un patto,
      nun ce scannamo più,
      nun me te magnà te prego
      te ne sarò eternamente grato.
      Passa un po' de tempo,
      e parea che er gatto avesse capito,
      m come er sorcio je venne a tiro,
      s'acquattò, se fece un giro
      e l'aspettò ar buco della tana,
      ce fece un sol boccone,
      se dice: nun fa la fine der topo, nun fa er fregnone.
      Nun te fidà mai delle promesse e de chi troppo se lagna,
      perché d'istinto pe la rabbia te se magna.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Speranza...

        Speranza, poi più niente.

        Speranza, l'ultima, sola a rimanere,
        quando tutto è deserto, come bere?
        Quest'arsura che impolvera la gola,
        come dissetarsi?
        Non puoi pronunciar parola,
        solo annuire o dissentire,
        per dire basta.
        Orgoglio no! Niente più mi resta
        caduta così in basso,
        mentre da lontano un ombra s'appresta,
        cosa vorrà da chi non ha niente da offrire,
        l'ultima goccia, si l'ultima goccia,
        da chi non parla per non dover sentire,
        solo la vita, per chi in vita, si credeva roccia.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Le frecce tricolori

          Sono aquile vere
          che solcano il cielo
          con bagliori accecanti
          ed ali possenti.
          Son lingue di fuoco
          che prede ghermiscono in volo.
          Hanno occhi di lince,
          lo sguardo è assai fiero
          e tutto l'ardore ce l'hanno nel cuore.
          Eroi senza terra,
          padroni dell'aere, veloci sparvieri.
          Fedeli alla patria,
          ai loro valori,
          le frecce tricolori;
          coprono di onori la nostra bandiera,
          che all'inno d'Italia, sventola fiera.
          Vota la poesia: Commenta