Scritta da: A. Cora

Esplosione dei sensi

Fu quel
che mi dissero gli
occhi, poi tradotto in pensieri
A dare voce a parole, che muto il tuo
sguardo diceva
Un dialogare d'amore, privo di frasi volgari
laddove due anime sole, miniate da stessi colori
Scelsero il tempo migliore, per stendere insieme
le ali
Furon silenzi di baci, tra abbracci e sottili parole
a sfiorare quel sole, che tra le ciglia
splendeva
Fino a toccare con mano, là dove ardita
sorgeva, quel'esplosione dei sensi
Che smorzava, in sospiri
gli ardori.
Angelo Cora
Composta giovedì 12 settembre 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: A. Cora

    Ombrata scrittura

    Volta
    le pagine, lento
    il soffio curioso del vento
    Sul libro più volte già letto
    che racconta a puntate, la vita
    Tra qualche pagina chiara e molte
    d'ombrata scrittura
    A tratti dal tempo sbiadita, da mente sbadata
    scordato, sulla spianata più vizza
    del muro
    Quasi messaggio, d'un tempo rimasto
    a ricordare al futuro atteso
    già alle porte ch'arriva
    Quel che un passato
    ancor vivo, a chi
    sa legger
    rivela.
    Angelo Cora
    Composta martedì 11 giugno 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: A. Cora

      Fragili errori

      Odora
      di stelle, la notte
      Sotto i lampioni c'è il sole
      Riempiono l'aria del suolo, note di
      fragili errori
      Passi inquieti, sensuali, vagano persi nei viali
      Troppi errori negli occhi, brezze d'amori nel cuore
      Viaggiano polvere d'astri, sempre appese
      a quel sogno
      Vestono corte sottane, o colorati calzoni, sciamano
      come le api, sempre in cerca del sole
      Dalla luna protette, pure se piove nel cuore
      Ubriache di sogni fittizi, senza
      una vera ragione
      Vendono acerbi tesori, per pochi soldi
      in mezzora, mischiano gioia e dolore
      Con il sorriso negli occhi, con il
      pianto nel cuore
      C'è chi le chiama puttane
      altri le chiamano
      amore.
      Angelo Cora
      Composta domenica 28 agosto 2005
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: A. Cora

        Schegge di sogni

        Un tondo
        pieno di luna, sul
        gobbo di scura collina
        Rincorre sottili pensieri, notti
        dipinte dal mare, schegge di sogni
        nel cuore
        Un'immenso di densi sorrisi, molte domande in attesa
        Sguardi negl'occhi rimasti, spruzzi su pelle di sale
        gocce d'amore nel cuore, venti dai
        dolci sapori
        Vasti silenzi ascoltati, solo d'abbracci avvolti
        sporchi di sabbia, di baci, viso e volto, felici
        Vagheggi al cielo carpiti, corpi di
        nulla vestiti
        Quando tornava l'aurora, dietro le ciglia
        dischiuse, già brillava il sole
        dentro le valli del cuore
        Mentre avvolto dai
        cuori, già danzava
        l'amore.
        Angelo Cora
        Composta lunedì 10 giugno 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di