Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Alice Bono

Nato lunedì 15 settembre 1980
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Alin

La luna non mi vede

Svanisce ogni prospettiva,
nella sera,
con l'ombra della terra,
i miei pensieri ora si fanno così tristi,
così grigi, ora spenti.
Vorrei poter dire che mi fai compagnia,
invece tu, questa notte hai perso il tuo pallore,
sprigioni luce intensa,
come a confermare questa verità
come a dire che non sono che parte
dell'ombra di questa terra.
E tu, non mi vedi.
Trascino con me rabbia e rimorso,
se pur cattivi consiglieri
e mi disperdo con loro
in questo ambiente così vuoto.
Annego nell'ombra,
spero solo le stelle raccolgano questi
pensieri e che magari,
cadano, infiammino la notte,
reclamino per me la pace.
Cadete stelle, bruciate questo cielo,
voi che potete, voi che quando vi mostrate,
con gioia vi si nota.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alin

    Imporsi un cambiamento

    Quando la scelta migliore da fare
    è la scelta che non hai mai compiuto
    ed il sogno più bello da possedere nella notte
    è il sogno che vorresti avverato...

    Quando fra le coperte hai desiderato il suo
    profumo e, per le volte che il suo calore avresti voluto
    fosse emanato per scaldare solo il tuo cuore...

    Quando hai capito che il tuo presente
    vive ricordando il tuo passato
    ed il futuro è una lacrima non ancora versata...

    Accorta di questo,

    una volta compreso,

    cosa ti frena davanti alla possibilità
    di trattenere quella lacrima.
    Asciugarla, dopo, non cancella quello che hai passato,
    nonostante sia passato.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alin

      Parole nel silenzio

      Su di un filo sottile viaggia la nostra storia, le diverse culture.
      Un filo sottile che collega tutto, su cui si alternano il giorno e la notte.
      Ecco che tutto si fa più chiaro, ed ogni nostro gesto proviene da un antico
      bisogno, così ogni cosa in cui crediamo è solo polvere del nulla in un'immagine surreale di cui non conosciamo il principio.

      Ecco che ogni nostro pensiero, ogni nostro piccolo vizio e le innumerevoli paure sono così imbarazzanti di fronte a ciò che ci circonda.
      Tanto imbarazzanti quanto credere di sapere e, di avere in mano la chiave di una porta chiusa alla nostra ragione.
      Imbarazzanti quanto chiudersi in parole obbligate che, forse, vogliono solo nascondere la verità che sta loro dietro.

      Parole viaggiano da sempre, ma a voce bassa, così che solo chi è attento le possa ascoltare, così che solo chi è paziente le possa capire.
      Parole invecchiano, ma continuano a camminare fra la gente.
      Parole scivolano dai marciapiedi come acqua piovana.
      Parole, la cui voce si affievolisce ma riecheggia tra i valori che sfidano il tempo.
      Parole che forse darebbero pace, ma in altro modo causano guerra e silenzio.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alin

        Serenità

        Nel momento in cui tacciono i rumori,
        dentro e fuori di noi,
        si colmano gli spazi lasciati vuoti
        da infelici ricordi e tristi errori.
        Ora che, vedrai, si vivacizza il cuore,
        che tra noi e il resto ci sarà sintonia,
        pacata espressione nei nostri volti,
        senza estremi, meglio così.
        Serenità è nell'aria che respiriamo
        ora, consapevoli di aver combattuto
        per qualcosa che non può appartenerci.
        Composta mercoledì 25 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Alin

          Mi è passata accanto

          Mi è passata accanto,
          facendo scivolare dietro di sé promesse e favole,
          su quel marciapiede calpestato e ignorato troppe volte.

          Mi è passata accanto,
          senza mai voltarsi, perché quel che le stava alle spalle era
          solo passato, ed io, inconsapevolmente, ne facevo parte.

          Raccolgo quei frammenti di ricordi abbandonati sulla strada,
          mentre una lacrima piange per essere scappata,
          mentre la sua figura si allontana e volta l'angolo.

          Mi è passata accanto,
          senza mai guardarmi, ma io, sorella per amore,
          non ti dimenticherò mai.
          Vota la poesia: Commenta