Questo sito contribuisce alla audience di

Mea culpa?

Di certo sarà vero
se ce lo dite voi
che siete del mestiere,
ed istruiti,
che noi siamo un po' di tutto il peggio,
anarchici un po' folli,
qualunquisti,
populisti,
demagoghi,
o poveracci
che non han capito,
e tant'altro ancora.
Gente da poco,
capaci solamente di sparlare
e buttar giù,
adatti solo a fare il solito casino.
Distruggere
solo distruggere,
dite,
è ciò che sappiam fare,
e forse è pure vero,
ma di una cosa
non tenete conto,
che noi se distruggiamo
lo facciamo gratis,
senza farci pagare,
mentre voi
lo avete sempre fatto
facendovi pagare
e molto lautamente.
Composta domenica 17 giugno 2012
Vota la poesia: Commenta

    Alzheimer

    Come ogni sera,
    sai che quando lo saluterai
    al tuo ciao risponderà
    "Ma noi ci conosciamo?"
    poi si presenterà
    e ti risponderà di si,
    che accetta l'invito a cena,
    si siederà,
    ti farà i complimenti per il cibo
    ed alla fine,
    "buonanotte signora"
    ed uscirà,
    per la panchina di fronte,
    il suo letto.
    ogni sera è così,
    è la sua malattia.
    Composta sabato 16 giugno 2012
    Vota la poesia: Commenta

      Fra tosse e nebbia

      Fra tanti tavoli
      tante bottiglie,
      in una nube
      fatta di fumo e fumi,
      sei caduta addosso al mio tavolo,
      col tuo parlare.
      Hai una brutta serata,
      parli di morte,
      ne parli a me,
      a me che so già tutto.
      Ascolto le tue lame di lingua nelle mie orecchie,
      ma niente più mi tocca
      di ciò che dici,
      è solo il mio vissuto in bocca a un altro.
      Composta sabato 16 giugno 2012
      Vota la poesia: Commenta