Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Alessandro Bonfanti

Studente, nato giovedì 7 dicembre 1989 a Desio (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Alessandro Bonfanti

Se hai scelto la vita

Cammina lentamente lungo la salita
e non fermarti troppo a guardare
chi ti deride mentre corre in discesa,
i sassi ci saranno,
le spine pure,
troverai molto buio nella luce
e sarà difficile per te distinguerlo,
ti pentirai molte volte
non vedendo la vetta
e scruterai la strada dietro a te
incerto se invertire i tuoi passi.
Ma se avrai il coraggio
di dar ascolto al cuore,
se non smetterai di credere
che questo mondo può esser cambiato,
se troverai la forza
per rimanere sempre te stesso
allora non piangere
quando i tuoi passi saranno ormai troppo stanchi
e il traguardo ti sembrerà ancora lontano
perché chi ti vuole bene
non ti ha mai lasciato solo un attimo
nel tuo cammino
ed ora ti mostra
che senza nemmeno accorgerti
sei già arrivato alla meta.
La strada che hai percorso
non è dettata
dal numero di passi che hai fatto
ma da quanto amore
e quanto impegno
hai impiegato nel compierli.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandro Bonfanti

    Parole per il mare nero

    Ho camminato passi che avevo dimenticato
    fra queste signore da tempo inascoltate,
    ho assaggiato i colori che ti rendono vivo
    fuori dal buio che avvolge la nostra libertà
    ma come può questo cielo essere diverso
    se l'uomo non ha il coraggio di guardarlo;
    come può questo mare renderci partecipi del suo fondo
    se gli occhi restano in superficie;
    come può questo fuoco scaldarci le anime
    se tu hai paura di amare;
    come posso smuovere dai polmoni questa polvere
    se mi manca il tuo respiro.
    Ed io da queste vallate continuo a scrutare quelle onde
    che un tempo non si frantumavano sugli scogli,
    continuo a cercarti
    sorretto dalla luce di questo faro.
    Ti prego non crollare anche tu
    nel baratto che questa vita ci propone,
    quello sguardo e quelle ali mi hanno insegnato
    che tutto può esser condiviso
    perché proprio quando non avevo niente
    ho capito che ero tutto,
    mi mancavi solo te,
    mi manchi solo te
    ed io continuerò a cercarti
    in questo mare nero
    finché ai miei occhi
    giungerà ancora l'immagine di te.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alessandro Bonfanti

      Anche se il mondo se n'è andato

      Osserva un albero:
      nelle sue curve c'è la perfezione della vita;
      eppure l'uomo lo taglia
      quando la sua superbia lo acceca.
      Ma non ha previsto una cosa:
      un albero può essere abbattuto,
      un fiore essere reciso,
      un lago può esser prosciugato,
      un fiume può essere inquinato,
      ma il cuore di un amico no.
      Perché nel suo sangue
      scorre amore puro,
      nel suo sangue
      scorre amore vero
      e l'amore supera il mondo intero;
      perciò un amico,
      se è un amico
      perderlo non potrai mai;
      un amico,
      se è un amico
      ti è sempre affianco anche se non lo sai.
      Puoi renderlo ridicolo,
      puoi togliergli il tuo sguardo,
      puoi uccidere il suo orgoglio,
      puoi ferirlo con le tue armi
      ma un amico,
      se è un amico
      volerti male non potrà;
      un amico,
      se è un amico
      fra dieci giorni, cent'anni o mille vite ci sarà;
      un amico,
      se è un amico
      anche se in mondo se n'è andato ti amerà.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alessandro Bonfanti

        Grazie!

        Mi chiedo cos'hai guadagnato
        quella sera;
        mi chiedo cos'hai guadagnato
        su quella panchina;
        mi chiedo cos'hai guadagnato
        ad ascoltarmi;
        mi chiedo cos'hai guadagnato
        a capirmi;
        e mi chiedo cos'hai guadagnato
        a non abbandonarmi.
        Io non so cosa posso darti in cambio,
        posso darti uno sguardo sincero
        se avrai bisogno di verità,
        posso darti una mano
        se mai potrà esserti utile,
        posso darti un sorriso
        se ti potrà risollevare quando la vita ti farà cadere,
        posso darti i miei sogni
        se potranno rendere più colorata la nostra realtà,
        posso darti la mia amicizia
        se avrà la presunzione di migliorare un solo attimo del tuo tempo,
        posso darti queste parole
        se leggendole ti potranno recar piacere.
        Lo scambio non è equo
        ed io non ignoro
        che ricevo da te
        molto più
        di ciò che posso darti io.
        Ma forse è questa
        la cosa più preziosa
        che hai guadagnato
        imparando a fare qualcosa di giusto
        senza aspettarti nulla in cambio,
        hai guadagnato ciò che ora tu sei:
        un uomo,
        un uomo vero,
        un amico vero
        ed io per questo
        non posso che dirti
        grazie!
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Alessandro Bonfanti

          Come una foglia d'alloro

          Io sono soltanto un uomo
          e le mie mani per ringraziarti
          trovano solo queste parole
          ma il colore dei tuoi occhi
          rende vano tutto ciò che scrivo
          perché mi accorgo
          che sei tu stessa poesia.
          Come foglia porti con te
          la leggerezza di saper volare nel vento
          ma anche la forza per non piegarti ad esso.
          Per questo accetta
          quel poco che posso darti
          e se puoi apprezzalo
          perché è il dono di un viaggiatore
          che nel buio della notte ha trovato
          il risplendere della tua luce.

          Quando il sole mi lascia dietro l'orizzonte,
          quando perdo le mani che mi accompagnano,
          quando scordo il senso di ciò che mi circonda,
          quando dimentico me stesso
          ascolto la fragranza delle tue foglie.

          Perché della vita sei il profumo
          e la tua essenza fa dimenticare
          l'aria viziata
          sprigionata da questa arida terra;
          perché della vita sei il sapore
          e in te
          trovo il gusto
          di chiamare meravigliosa questa terra,
          in te
          trovo la bellezza
          di non poter mai scordare il tuo nome,
          Alloro.
          Vota la poesia: Commenta