Questo sito contribuisce alla audience di

Manchi

Nel volo lento di questa giornata, il respiro è sopito nei ricordi...
Una mano sul petto
come a voler fermare il volo
di quest'anima, di questo cuore, in perenne ricerca di te...
Consumate le poche energie nell'assenza
che mi divora lo sguardo perso...
cerco forti segnali come fosse riserva di luce
come riserva d energia
Aspetto con gli irregolari battiti ma... non ci sei, dove sei?
Ingoio lacrime camuffandole per saliva
e penso al baratro, alla nausea, all'andirivieni silente della vita
che più mi da più mi toglie...
e alle strette vie di fuga, che non hanno colori ma...
in bianco e nero con un filo spinato intorno
e avvoltoi attori alle pareti laterali,
che cercano il mio respiro, che bramano la mia vita...
fuori ci sei tu, terra promessa...
così vicina...
così lontana...
Ti voglio un "bene" dell'anima e...
forse è una follia,
ma non ho mai amato come amo adesso
e più non ti penso e più sei li
manchi... da impazzire!
Vota la poesia: Commenta
    Questa sera... nella penombra di questa luna,
    tra le righe di questa pioggia...
    questa sera ho sentito
    nell'aria
    un incanto...
    il brusio alla vita
    i colori del emozione
    e quasi un sogno sfuggito
    al mio tocco di mano
    per volare lontano,
    lontano da qui...

    Palpitante,
    e non so se...
    come sangue o
    come una nuvola,
    giunge in punta di piedi,
    l'oscurità,
    e come una fioca luna distende
    e stende...
    una linea leggera
    e s'accende la sera
    dei colori di Te.

    Tu sei come un onda
    figlia del mare profondo,
    figlia del mio sottofondo...
    silenziosa, ti trascini nel mio cuore o nella notte,
    stasera,
    e la luna s infiamma
    e colora
    riflessi di tenerezza su te...
    e colora
    riflessi d amore su me.
    Vota la poesia: Commenta

      Pensieri

      Sopito da ricordi assaporo un pensiero,
      Socchiudo gli occhi e cerco respiro in me,
      E viaggio in uno spazio mio...
      Dove non esiste che la mia realtà...

      Unica, densa senza tempo
      Ma lascio che trasporti le mie paure... Le mie speranze...
      Alcova di un passato che stenta ad annegare
      Di un passato mai troppo rinnegato
      E madre di un presente... Deforme

      A fatica sopprimo la parola...
      Figlia di un pensiero di diversità
      A fatica sopprimo il sogno
      Figlio di un'idea naturale
      A fatica sopprimo un domani
      Figlio di un futuro incerto

      Ora quiete della notte...
      Rapisci le mie sensazioni
      Sopisci i miei tumulti
      Stordisci le mie emozioni
      Ma se puoi... sospira alle mie speranze!
      Vota la poesia: Commenta