Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: O. Radovicka
Ti sento, senza toccarmi, e mi fermo in quell'inquietudine, con la voglia di raggiungermi. Ti chiedo di portarmi via con lanterna del tuo profumo. Rivesti la mia anima con caparbia del tuo rosso penombra e pensi quel "tanto" che serve a timbrare il perdere e il vincere, senza annullare il gusto di quel sublime piacere. Ti sento, ma mi manchi.
Vota la frase: Commenta