Scritta da: Mastro
Nel bel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai in una selva oscura... e certo si una selva oscura creata nel corso di 37 anni di vita un cammino verso i quaranta che poi se ti volti in dietro allora veramente è la fine.
Rivedo i miei vent'anni che mi salutano con la spensieratezza tipica di chi non deve morire mai. Leggeri liberi e veloci infatti sono volati via. Rivedo i miei trent'anni la consapevolezza che qualcosa stava cambiando che quella grande decisione che avevo preso mi stava cambiando la vita per sempre. Nel onorare e amare non lo sapevo che avrei incontrato il mare si un mare dove prima nuotavo e oggi mi sento di affogare, un oceano dove tira sempre vento e le onde si infrangono nella mia anima portandomi via anche quei sogni che fin qui mi hanno portato.
In questo cammino verso i quaranta ho vinto e perso o riso e pianto, gioito e sofferto, ho visto la vita ma ho visto anche la morte ho conosciuto e scordato.
Ancora adesso prima di andare a dormire mi dico sempre vedrai che domani... ed è con quel domani che domani compio 38 anni che sono uno stallo verso i quaranta. Che se poi allora e vero che la vita comincia a 40 anni fra due anni io rinasco e ricomincio tutto da capo ma questa volta allora si che... tanti auguri mastro!
Giuseppe Mastromatteo
Composta domenica 27 novembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di