Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Cinzia Coppola

Moglie e mamma a tempo pieno, nato venerdì 10 agosto 1979 a San Severo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Syndy Arts
Il tempo passa in fretta, ricordo come fosse ieri, il giorno in cui seppi della mia gravidanza, le gambe non mi reggevano, mi mancava il fiato, non mi sembrava vero. E quando ti diedi alla luce, quanta emozione quando mi misero in braccio quel dolce fiore appena sbocciato, non lo scorderò mai. Ti ho insegnato l'amore, il rispetto per te stesso e per tutto quello che ti circonda, ti ho trasmesso i miei valori, l'onestà prima di tutto. Ti ho fatto capire che non siamo perfetti, che si può sbagliare e riparare ai nostri errori, ad accettare quello che siamo e a volerci bene. Non ci sono mai stati grossi problemi, nemmeno con l'adolescenza. Non è mancata l'ansia che prende quando iniziarono le uscite con gli amici, ma sapevo di non poterti tenere in una bolla di cristallo, e poi la stessa cosa le prime volte con la macchina. E soprattutto quando una tua importante scelta, ci separò... Non posso nascondere, che fu allora il giorno in cui tutto il mondo mi crollò addosso... è stata dura i primi tempi, la casa sembrava vuota: mi mancava tutto di te, anche il disordine. Ti ho visto crescere e diventare adulto molto rapidamente. Poi mi hai sorpresa con la tua scelta lavorativa e il mio cuore di mamma, voleva correre assieme a te... ma poi ho capito che, non bisogna infierire in determinate scelte, son scelte di vita che si fanno con il cuore, poi sapevo di averti insegnato a saper camminare da solo e che quando si cade, anche se può essere faticoso e difficile, ci si deve rialzare, di te mi sono sempre fidata, e per quanto brutta e spiacevole possa essere la lontananza, tu sai che io e papà, ci siamo sempre, come ci siamo sempre stati, basta solo che tu tendi la mano. Ora guardo l'uomo che sei diventato, che cammina ritto sulle sue gambe, fieri di essere ciò che siamo: e nella vita ricordati sempre, che anche dagli errori si può imparare. Siamo orgogliosi di ciò che sei e di ciò che sei diventato, è difficile essere genitori e nessuno ce lo insegna: si impara ogni giorno sul campo della vita. Oggi hai varcato la soglia di una nuova vita assieme alla tua sposa, un evento che ci vede dolcemente commossi ma del resto si sa, tutti i genitori si commuovono al matrimonio dei propri figli no!? Inizia oggi, una nuova parte della tua vita, adesso sei pronto per questo nuovo viaggio, noi speriamo, che l'esempio che ti abbiamo dato possa esserti utile sempre! Tanti auguri di cuore, affinché possiate sempre ricordare con gioia questo meraviglioso giorno. Vi vogliamo bene!
Mamma e papà.
Composta giovedì 5 giugno 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Syndy Arts
    Avete appena sceso l'ultimo gradino
    di una lunga serie di pensieri e apprensioni,
    salendo finalmente sul gradino che cita una scritta:
    "ce l'avete fatta!"
    Nell'attesa di varcare la soglia,
    poggiando i piedi sul "Welcome" dello zerbino,
    vi giunge un megagalattico
    Augurio!
    Per l'acquisto della vostra piccola grande reggia.
    Composta giovedì 15 settembre 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Syndy Arts
      Si dice che quando ci lascia una persona cara, un pezzetto di noi se ne va via con lei...
      Quando si perde una piccola vita cresciuta nel grembo materno... ci si rende conto che era davvero l'anima della mamma e tale resterà... anche se si tratta di una piccolissima vita, il dolore della perdita di un figlio/a è talmente forte che tutto intorno sembra cessare... quando si sta per mettere al mondo un figlio la gioia è talmente infinita che riesci a renderti conto che gioia più grande non esiste... ma quando ancor prima di nascere ti viene portato via dalla sorte, quella gioia si tramuta in un dolore che va al di là di ogni aspettativa... ti annienta, ti fa morire dentro in un esplosione di angoscia che non ha limiti... non ti lascia il tempo di chiederti neppure il perché... io sono diventata mamma da poco... me la son vista veramente brutta... e posso benissimo capire il dolore di una mamma che ha perso un figlio/a... anche se so per certo che è molto più grande di quanto si possa immaginare... sono vicina al dolore di quella mamma che purtroppo sta piangendo per un angelo sceso solo di passaggio... con la consapevolezza che sicuramente le ali di quella piccola vita, daranno la forza alla sua mamma per potersi rialzare in volo su una strada meno tortuosa... un grandissimo abbraccio colmo di consolazione per tutti voi.
      Composta martedì 29 giugno 2010
      Vota la frase: Commenta