Scritto da: O. Radovicka
Mi piaci quando mi scrivi, perché mi fa "fermare" il cuore per alcuni secondi e sento che sono parte di te. Mi piace quando mi scrivi, perché gli occhi si incrociano e in quel momento c'è qualcosa di magico, come quando affondo il viso nell'incavo del collo, che sa di sapore, di calore e di piacere, come quando le tue mani caldi mi stringono nel tuo petto. Mi piaci quando mi scrivi, perche godo per tutte quelle volte a cui il primo e l'ultimo pensiero del giorno va a te. Mi piaci quando mi scrivi, perché non mi sento sola, come quelle volte che per rabbia e di gelosia, fuggivo, pensando che fosse troppo tardi per tornare indietro e troppo presto per dimenticare del tutto. Mi piaci quando mi scrivi, perche si incoronano tutte le attese e la speranza che tu partissi per primo, mentre ero lì per te. Mi piaci quando mi scrivi, perche vivo il tuo respiro, lo sento, e persino riesco ad udire il mormorio dell'indecenza del corpo puro, goderci tra i sussurri alterati, in una "lenta agonia". Mi piaci quando mi scrivi, perché poca importanza ha se tu sia per "sempre" o io la "perda" temporanea, ma quando la passione d'amore arriva a stringerti il cuore, quando la carne ti risponde, e quando l'anima sente d'appartenersi, bisogna essere lì, come quando leggi una lettera d'amore, pronti nel cogliere con le pupille abbagliate, in un bel mosaico tra le onde.
Ornela Radovicka
Vota il post: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di