Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Lina Viglione
Il silenzio e le parole sono entrambi importanti, ma a volte si preferisce il silenzio per riflettere perché ci sono momenti che stare zitti è meglio di qualunque altra parola, ma non sempre si può tacere. Il silenzio è "muto" non aiuta a risolvere i problemi. Non aiuta ad affrontare le situazioni, e ad esprimere ciò che vorremmo. E per questo che bisogna aggiungere le parole che possono farci capire tanto. Ma ci sono dei momenti che nella mia vita si preferisce il silenzio e magari trovarci in quel momento su un isola deserta, così tutti sarebbero stati zitti e avremmo potuto parlare solo noi ma poi si preferisce il silenzio, anche perché in alcuni casi vale molto più di mille parole inutili.
Composto domenica 1 gennaio 2006
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Lina Viglione
    Mi presento. I miei difetti li conoscono tutti. Non sono in grado di nasconderli, li espongo sempre in bella vista come avvertimento. Sono incostante, anche se coerente. Sono curiosa e sensibile cercando di nascondere questa mia estrema sensibilità facendo vedere agli altri che sono forte. Che ho una corazza che mi protegge. Ma in realtà crollo facilmente e con la stessa facilità mi rialzo. Scavo a fondo in ogni cosa e in ogni persona, quindi non mi fermo mai all'apparenza. Mi piace l'eleganza e seguire la moda anche perché sono sarta. Sono un po' autocritica pigra ma solo a livelli olimpionici, lunatica e un po' permalosa. Sono eccessivamente ordinata in effetti sono un po' "svizzera" e voglio assolutamente che tutto sia perfetto e ordinato e sono anche una formichina ma molto generosa. Sono un ansiosa e dopo mi capita di stare male, ma per fortuna ciò non mi impedisce di fare ugualmente quello che devo fare, anzi! I posso dire che lo faccio anche meglio. E per finire il peggiore di tutti i miei difetti è credere in tutto ciò che mi dicono e sperarci! Ma so essere molto paziente con chi se lo merita e dolce quando occorre. Questi sono i miei difetti, ma sfido i pochi fortunati a conoscere i miei meriti. Per questo quando più studio me stessa per conoscermi meglio, quando più scavo, e scrivo... più scopro la mia ignoranza.
    Composto sabato 1 gennaio 2005
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Lina Viglione
      I valori sono sono le fondamenta di ogni vita, i quali ci vengono inculcati da ogni genitore come il bambino apre gli occhi sul mondo... il primo è l'amore e su questo sentimento si snodano con speranza tutti gli altri valori della vita. Trasferiamo con impegno i nostri principi, che rappresentano le basi della nostra crescita - rispetto - tolleranza - fratellanza - solidarietà - condivisione - progetti comuni, impegno ad aiutare i propri genitori quando si trovano in difficoltà, assistere i fratelli più sfortunati, ma tutto è mutabile, nulla è statico. Il crollo di questi valori, anche quelli che crediamo che siano "etici sono non duri da giudicare perché incomprensibili, i anche perché ognuno giudica bene ciò che conosce, e solo di questo è buon giudice. I valori che ci sono stati presentati sin dalla nascita, dovrebbero accompagnare il cammino dell'umanità, come l'unica vera eredità del patrimonio umano. La società di oggi non sa che farsene di questa eredità, ma in cambio non ha saputo creare altri valori. Voglio sbagliarmi ma ho l'impressione che i nuovi valori siano... l'ingordigia, menefreghismo verso l'altrui bisogni come a dire..." sto bene io, stanno bene tutti" senza sapere che si è veramente grandi uomini, solo quando sappiamo offrire amore disinteressato l'amore, sopratutto, quello universale è il motore che fa andare avanti nella vita.
      Composto giovedì 1 gennaio 2004
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Lina Viglione
        Ii dice che quando una persona di notte si mette a contemplare il cielo le stelle, la luna è come se volesse ritrovare la propria dimensione dispersa nell'universo. Anch'io mi fisso a guardare, la mia curiosità talvolta mi stupisce, allora vuol dire che spero ancora in qualcosa, e mi chiedo: dove va il giorno quando viene la notte? E la luna dove si ripara dai raggi del sole? Perché l'orizzonte cammina avanti e io? Come sono gli altri pianeti? Perché le stelle a volte sono tante e io non le vedo affatto? E poi le stelle quante sono? Con il cielo negli occhi sogno e la fantasia si accende, l'emozione sale e la mia vena poetica prende il sopravvento. Vorrei tanto vedere il sole baciare la dolce luna. L'intero universo parla di me, del mio passato il mio presente. Se il mio futuro oggi è nelle sue mani, nel respiro del cielo e se esprimo un desiderio è perché vedo cadere una stella. Se vedo cadere una stella è perché sto guardando il cielo, se sto guardando il cielo è perché credo ancora in qualcosa e sono viva. Scrisse Bob Marley "il cielo non è certo lo specchio della terra ma quello della creazione" credo che, oltre ad essere bella sia altrettanto vera.
        Composto domenica 1 gennaio 2006
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Lina Viglione
          L'universo non mi toglierà mai qualcosa che noi non abbia già deciso di lasciare andare. Non permetterà mai che noi rinunciamo a qualcosa di estremamente importante per noi, e ci verrà sempre tutto ciò che noi decidiamo di volere veramente. Vivere è apprezzare la propria vita, e nello stesso tempo cercare di raggiungere nuovi, orizzonti da vivere migliori di ieri. In fondo dobbiamo prenderci tutto ciò che di buono ci manda la vita. La vita e sacra, è come una candela, una volta spenta non ci sarà più luce sulla terra ma la nostra anima brillerà per l'eternità nel cielo.
          Composto domenica 1 gennaio 2006
          Vota il post: Commenta