Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Lina Viglione
Quando ero bambina imparai sin da subito come far ridere gli altri, coprivo il mio viso di cerone bianco, in un sorriso aperto e franco e una bocca vermiglia, con naso grosso, rosso a forma di una ciliegia, un informe vestita tutto variopinta. Questo è il mio aspetto, ma quel ch'è strano nessuno s'accorgeva che sotto questa informe c'era un cuore di bambina. Scherzavo ridevo, e facevo dei veri capitomboli per far ridere tutti. Donavo amore, ma quello che sentivo nel cuore nel cuore era solo dolore, perché nei cuori dei grandi non c'era posto per me. Aggrappata alla linea dell'orizzonte il mio sguardo sorrideva solo tristezza. Questa ero io vestita da clown. Ma la speranza nel mio cuore mai si spegneva, mentre la musica saliva e iniziavo la rappresentazione. Oggi non devo più recitare: sono me stessa e mi piaccio come sono. Scrive un saggio: la vita può essere capita solo all'indietro ma va vissuta in avanti...
Composto lunedì 1 gennaio 2007
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Lina Viglione
    Viaggiare con la fantasia. In me c'è una piccola valvola di sfogo, da dove posso spiccare dolci voli che mi mettono in contatto diretto con quella piccola parte chiusa dentro di me che si chiama anima. Io viaggio sempre con la fantasia, ma per fortuna ho i piedi ben piantati in terra, ma a volta è bello viaggiare con la mente, andare lontano col pensiero, lontano fa bene allo spirito. I sogni sono la mia ricchezza, nascono da un punto lontano chiuso... chi sa dove dentro di me.
    Composto domenica 1 gennaio 2012
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Lina Viglione
      L'amore è l'amicizia. Abbiamo tutti bisogno di amore e di amicizia. Se mettiamo tutte e due sulla bilancia il peso di entrambi è molto simile - l'una bilancia l'altra-Sono affetti ben distinti tra loro, ma legate comunque da un sottilissimo filo invisibile che li accomuna. Da entrambe infatti vogliamo sincerità, amore, fiducia solidarietà, con la speranza che entrambe non finiscano mai. Ma attenti: Questo filo sottile può spezzarsi molto facilmente, ma sperare che questi due sentimenti entrambi importanti non si spezzano. Un cuore ferito viene guarito da chi ti è amico e ti sta vicino, ma un cuore ferito ha anche bisogno di amore, per cui entrambi sono molto difficili da trovare ma allo stesso tempo anche molto semplici, perché ciò che basta è la voglia di volere sia un'amicizia che in amore se non c'è quello... Non lo troveremo Mai!
      Composto mercoledì 1 gennaio 2003
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Lina Viglione
        Lo specchio dell'anima. Gli anni passano, la nostra pelle invecchia. Segno della fatica di una vita dove trasparano le rughe di dolore e tracce di vita vissuta. Il nostro corpo è come un involucro lo amiamo lo nutriamo a volte lo accarezziamo e lo baciamo ma è soltanto un bel incarto, un pacchetto è vuoto. La l'anima no!, ha un contenuto più prezioso ci trasmettere, mille emozioni, oltre all'apparenza, oltre il semplice tatto. Lei parla tace parla, parla oltre il silenzio e nessuno può rubarcela è capace di legarsi a qualcuno. Sa soffrire per amore e non chiede mai nulla e sa leggere attraverso le parole del cuore e le racchiude in se in perfetta sintonia come un grande tesoro inestimabile. Questa è l'essenza è la vera ragione della vita... l'amore dell'anima. Scrisse George Bernard: si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano le opere d'arte per guardare la propria anima.
        Composto martedì 1 gennaio 2002
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Lina Viglione
          Viviamo è questo è la cosa più importante. Viviamo per esistere e per donare parte di noi ad altre persone. Viviamo per gioire oltre che per soffrire. Viviamo per vedere la luce di una nuova un'alba, per ascoltare il rumore del vento tra i rami degli alberi, per inebriarci l'animo delle risate serene dei bambini. Viviamo per vedere il sole ogni mattina sorgere, perché in esso vediamo la luce divina. Viviamo non solo per morire, è se ci sentiamo soli e tristi, basta un piccolo oggetto tenuto tra le mani, una foto, una penna una ricorrenza che questo senso di solitudine si tramuta in una inaspettata e piacevole compagnia. La vita è troppo breve. Perdoniamo in fretta, baciamo lentamente, amiamo davvero, ridiamo sempre di gusto e non pentiamoci mai di qualsiasi cosa ci abbia fatto sorridere, oppure piangere. La vita è tutta qui. Nulla è facile. Ma niente è impossibile.
          Composto sabato 1 gennaio 2005
          Vota il post: Commenta