Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Giulio Vergine
Nell'inevitabile scorrere della vita saranno molte le persone che per un motivo o per l'altro, tra una sigaretta e un caffè, entreranno a farvi parte. Non saremo noi a sceglierle, non saremo noi a trattenerle ne tanto meno a lasciarle andar via. Il nostro compito, se così può chiamarsi, sarà solo quello di apprezzarle, di darle il giusto valore e di conseguenza di ripagarle con l'affetto che meritano. Belle parole sicuramente, buoni propositi senza dubbio... ma poi effettivamente quanto ci vuole per conoscere veramente una persona? E siamo davvero in grado di valutare se quella persona meriti veramente di entrare nella nostra vita? Perderemo gran parte del tempo della nostra vita, delle nostre energie a capire e valutare chi entra ed esce dalla nostra vita: saremo pregiudizievoli e tante volte sbaglieremo, saremo superficiali, scontati, sicuri di noi stessi ma daremo poco spazio alla voce di chi si sta interfacciando con noi. Chi entra nella nostra vita merita la possibilità di essere conosciuto senza preclusioni e pregiudizi, merita il nostro tempo purché sappiamo sfruttarlo al meglio. Tanto se qualcuno vorrà andarsene o vorrà rimanere con noi, lo farà al di là della nostra idea o considerazione, lo farà perché nel suo tempo capirà se varrà la pena condividere la sua vita con la nostra. Ma è quel tempo che le persone spesso sprecano perché incapaci di saperlo sfruttare... e forse non è il tempo stesso il metro di giudizio della bontà di una persona, quanto del nostro tempo saremmo disposte a dedicarle? Un minuto? Un'ora? Una vita? Ed infondo cos'è la vita se non una semplice questione di tempo.
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Giulio Vergine
    A volte bisogna lasciarsi andare, bisogna concedersi, farsi scoprire... farsi vivere. A volte bisogna andare contro le proprie convinzioni per farsi volere bene, per farsi apprezzare anche se questo comporta degli inevitabili rischi, ma in fondo cosa sarebbe questa vita senza rischi, senza dubbi, senza incertezze, senza emozioni? Solo un film già visto di cui si può prevedere con triste certezza il comportamento di ogni singolo protagonista senza che si lasci nulla al caso, nulla al destino. È nell'insicurezza della vita che troviamo la certezza delle persone, quelle vere, quelle di cui abbiamo bisogno anche quando cuore e testa non si trovano d'accordo... quelle senza le quali la vita sarebbe solo il lento scorrere di un tempo non nostro.
    Vota il post: Commenta