Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il dolore nasce nell'ignoranza dell..." di Giulio Pintus


36
postato da , il
Per concludere il mio ultimo commento, è desiderio di molti riuscire ad elevarsi per non essere più succubi di ciò che si possiede, ma, dominati come sono da ciò che non è loro, sono incatenati al suolo.
35
postato da , il
OK staff, posso riprendere ?
insomma volevo parlare della radice del dolore...
ma poi mi sono ricordato che mi annoierebbe molto ..
non ragion per cui...


vado a leggermi un pò di Bene carmelo...
quanto mi rilassa quell'uomo !!
mi fa sentire come a casa mia.


Buona serata .


:O.
34
postato da , il
E Volevo aggiungere anche che



No!  c'è la pubblicità .
33
postato da , il
Interessante la frase di confucio......per chi ritiene forza e debolezza due mezzi indispensabili, chi li trascura invece, non ha vanità ne malizia....
è semplicemente divenire senza condizioni o cognizioni di cause.
La radice del dolore o i frutti del dolore sono comunque attinenti al discorso. E' come parlare di qualcosa, ma senza analizzare a fondo tutti gli aspetti. Leggendo la frase ho preso spunto da alcune considerazioni che mi sentivo di fare liberamente. Se da un pensiero ne scaturisce un altro non vedo il problema..
il problema è quando si è troppo ordinati da mettere paletti  o scandire ordini concettuali.


Mi sto facendo un frullato e dopo andrò a prendere la macchina.......



......la devo ibernare
Quando finirà il mondo vorrei ancora farci un giro sopra.
Io e la mia 600  non ci separeremo mai !!.

Uff !
mi sono riallacciato al discorso in tempo in tempo.
32
postato da , il
La discussione è seria.
Se posso, osservo che siamo stati educati al possesso fin da piccoli.
Il bimbo dice: Questo è mio.
Se perde il suo giocattolo piange.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti