Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Ogni istante che passa davanti ai nostri occhi..." di Rachid Ouala


26
postato da , il
Vedi, ciò che mi ha colpito è stato quella media 10 su 10 voti. Fossi appena entrato su P&P, e avessi visto una cosa del genere, me ne sarei uscito indirizzandomi verso altri lidi.
A me, più che la parola dell'amico Rachid, che presumo sarà contento del nostro interessarci concretamente al suo miglioramento nell'uso della lingua italiana, farebbe piacere sentire coloro che hanno votato 10 sul perché lo abbiano fatto.
Confessa, sir JO: sei una di queste?  : )))))))
25
postato da , il
ovviamente l'incipit: Concordo del mio commento #26 è relativo al commento #22 di Giuseppe ... :)
24
postato da , il
Concordo. Oggi stiamo perdendo, anzi lasciando perdere, la nostra cultura e la nostra lingua. Fare andare avanti tutti, anche chi non lo merita, non è corretto. Ci sarebbe da fare una seria dissertazione su questo. Ma non è quì che si può. Forse bisognerebbe inserire una frase di saggistica e poi dissertare ampiamente intorno a quella.

La frase dell'amico Rachid ha sicuramente un contenuto molto interessante, però va sottolineato quello che abbiamo indicato nei commenti precedenti. Attendiamo notizie di Rachid.

Personalmente ritengo fondamentale la capacità che ci vuole dare PensieriParole; quella di integrare le nostre conoscenze linguistiche e, salendo come ruoli, stilistiche. Cosa sfortunatamente poco usata. Sono poche le persone che indicano eventuali correzioni e modifiche, e, a volte, sono molte le persone che si irritano se corrette grammaticalmente o se qualcuno suggerisce modifiche stilistiche.

Peggio per chi non sa discutere. :)
23
postato da , il
Giulio, sé va con accento acuto, e non con apostrofo (non ci sono troncature). Quanto al percorrere, gli istanti non sono correnti elettriche... : )))
22
postato da , il
Certo sir Jo, venerit è futuro anteriore. : )) Il fatto è che alle 5 del mattino, il tuo parlare di condizionale ha riportato la mia mente stanca (e anche incavolata per l'insonnia) alla condizione (in diritto) e alle proposizioni condizionali (in latino), senza far caso al fatto che tu parlavi del TEMPO condizionale.
Ma il latino è lingua colta, lingua m0rta, e svia il discorso.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti