Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Se tutti lavorassero per il proprio pane e..." di Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)


196
postato da , il
Ti rendi conto dell'assurdità
di portare avanti la Parola del Nostro Dio (sì anche il mio, purtroppo)
195
postato da , il
Ma Matteo dice:Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?
Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno.
PINOOOOOOOOOOOO
e allora perché ci sono 800 milioni di individui che soffrono la fame?
Sicuramente non hanno fede abbastanza e il tuo Dio, caro Pino, li punisce.
Ben gli sta
noi cristiani siamo dalla parte giusta e ne abbiamo in abbondanza
così possiamo fare la carità.
194
postato da , il
Ma scusa Flavia, sarebbe bello: tutti a far niente, e il Padre nostro celeste ci nutre? La manna che scende dal cielo... Sarà pure scesa per pochi giorni, ma poi ognuno si è dovuto fare... in quattro.   : )))
O no???
Ripeto: l'importante è lavorare per vivere, e non vivere per lavorare. Lo dice Gandhi, ma anche Matteo: Giuseppe faceva il falegname, mica il magnaccia... : )))
193
postato da , il
Pinooooooooooo
loda la tela
del ragno che tesse?
non voglio essere mosca.
192
postato da , il
Flavia, o lo dà lui o te lo lavori tu per me poco poco conta: l'importante è accontentarsi di quello. Su questo sei d'accordo? O pensi che si debba volere sempre di più?

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti