Virgilio
Il gabbiano Jonathan Livingston

Frasi dal Libro:Il gabbiano Jonathan Livingston

Questo autore lo trovi anche in Poesie e in Racconti.
Anno:
1977
Autore:
Richard Bach
Editore:
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Il piccolo e anticonformista Gabbiano Jonathan riesce ad intravedere una nuova via da poter seguire, una via che allontana dalla banalità e dal vuoto del suo precedente stile di vita, e comprende che oltre che del cibo un gabbiano vive " della luce e del calore del sole, vive del soffio del vento, delle onde spumeggianti del mare e della freschezza dell'aria.
dal libro "Il gabbiano Jonathan Livingston" di Richard Bach
Vota la frase: Commenta
    "Ma dì un po', come fai ad amare una tale marmaglia di uccelli che ha tentato addirittura d'ammazzarti?"
    "Oh, Fletch, non è mica per questo che li ami! È chiaro che non ami la cattiveria e l'odio, questo no. Ma bisogna esercitarsi a discernere il vero gabbiano, a vedere la bontà che c'è in ognuno, e aiutarli a scoprirla da se stessi, in se stessi. È questo che intendo io per amore. E ci provi anche gusto, una volta afferrato lo spirito del gioco."
    dal libro "Il gabbiano Jonathan Livingston" di Richard Bach
    Vota la frase: Commenta
      Commenti:
      1
      "Sentirò la tua mancanza, Jonathan."
      "Che dici mai? Sully, vergogna! Via, non dire sciocchezze! Cosa studiamo a fare, tutto il giorno? Se la nostra amicizia dipendesse da cose come lo spazio e il tempo, allora, una volta superato lo spazio e il tempo, noi avremmo anche distrutto questo nostro sodalizio! Non ti pare? Ma se superi il tempo e lo spazio, non vi sarà nient'altro che l'Adesso e il Qui, il Qui e l'Adesso. E non ti sa che, in questo Hic et Nunc, noi avremo occasione di vederci, eh, ogni tanto?"
      dal libro "Il gabbiano Jonathan Livingston" di Richard Bach
      Vota la frase: Commenta